Lunedì, 27 Maggio 2024
Gela, 19°C - Sereno

GRECO "A TRAZIONE PARTITICA", CIVICI PRONTI AL DIETROFRONT: "ATTENDIAMO E NON ESCLUDIAMO NULLA"

Politica

GRECO "A TRAZIONE PARTITICA", CIVICI PRONTI AL DIETROFRONT: "ATTENDIAMO E NON ESCLUDIAMO NULLA"

La roccaforte civica, più volte messa in discussione in questi due anni di Amministrazione, rischia di essere demolita dalle stesse scelte del sindaco. A guidare la ruspa potrebbero e...

Graziano Amato

21 Ottobre 2021 19:31

25
Guarda videoGRECO "A TRAZIONE PARTITICA", CIVICI PRONTI AL DIETROFRONT: "ATTENDIAMO E NON ESCLUDIAMO NULLA"
Advertising

La roccaforte civica, più volte messa in discussione in questi due anni di Amministrazione, rischia di essere demolita dalle stesse scelte del sindaco. A guidare la ruspa potrebbero essere i baluardi Una Buona Idea e Un'Altra Gela.   nessuno ad oggi conosce le esatte intenzioni di Lucio Greco e gli alleati attendono il ritorno da Roma per comprenderle e valutarle. Nel frattempo cresce il malcontento, per il quadro politico che si starebbe delineando. La crisi si è aperta due settimane fa, ma Greco non è assolutamente nuovo a terremoti di maggioranza. Doveva essere un momento di confronto. Durante i due vertici è stato tracciato un perimetro, quello del civismo e del ritorno alle origine, all'interno del quale Greco si sarebbe dovuto muovere per nominare i nuovi assessori. Forse nel frattempo qualcosa è andata diversamente e gli alleati non escludono che dietro ci possa essere qualche bravo manovratore politico. Se i rumors trovassero conferma in Giunta tornerebbero due partiti, che non c'erano nel 2019: nuova democrazia cristiana e Italia Viva. I renziani anche al culmine degli incontri Romani di ieri hanno ribadito il sostegno a Greco, quindi appare ormai scontata la nomina di Cristian Malluzzo. A questo si aggiunge lo spazio concesso a Liberamente, gruppo da sempre ritenuto critico e responsabile del ribaltone sulle commissione, la quale assessore di riferimento andrebbe a spodestare la delega simbolo del  rifermento civico di Una Buona Idea, Terenziano Di Stefano. Una rivoluzione che  gli alleati più fedeli potrebbero rinnegare. Una buona idea in aula conta due consiglieri, sincero e Faraci. Al loro passo indietro potrebbero accodarsi anche i due consiglieri di Un'Altra Gela Giuseppe e Romina Morselli e il centrista Salvatore Incardona, visto che Giordano sembra più fuori che dentro la Giunta. A quel punto salterebbe anche il documento programmatico e per Greco potrebbe diventare difficile governare con 9 consiglieri. Al momento i civici restano cauti in attesa di conoscere le mosse del sindaco, ma non escludono nulla.di Graziano Amatohttps://youtu.be/6P7ldb5a9C0

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti