Domenica, 14 Aprile 2024
Gela, 21°C - Nuvoloso

Pontile Sbarcatoio: un bene storico da salvare

Banner Testata

Comune di Gela informa

Pontile Sbarcatoio: un bene storico da salvare

Il Sindaco Lucio Greco vuole recuperare il pontile sbarcatoio. Lo ha detto in occasione del sopralluogo del 19 aprile scorso e lo ha ribadito sia nel corso dell'incontro con i rappresentant...

23 Aprile 2021 14:56

96
Guarda videoPontile Sbarcatoio: un bene storico da salvare
Advertising

Il Sindaco Lucio Greco vuole recuperare il pontile sbarcatoio. Lo ha detto in occasione del sopralluogo del 19 aprile scorso e lo ha ribadito sia nel corso dell'incontro con i rappresentanti delle associazioni e dei club impegnati a tutela del territorio e del suo patrimonio storico e culturale che del secondo sopralluogo, venerdì mattina, organizzato alla presenza di Genio Civile, Guardia Costiera, Demanio Marittimo, dipartimento regionale alle infrastrutture e Sovrintendenza.Per la maggior parte dei gelesi, il pontile rappresenta, soprattutto per chi ha una certa età, un punto di riferimento. E' lì da oltre un secolo, c'era quando gli americani sono sbarcati in Sicilia e tutti hanno dei ricordi legati ad esso. Fa male, pertanto, assistere inermi al suo sgretolarsi. "Dobbiamo studiare una strategia valida e unitaria per farci sentire, - hanno sottolineato le associazioni presenti all'incontro del 22 aprile - una comunità non ha futuro se non è collegata alle proprie radici storiche". I presenti hanno voluto rimarcare come l'impegno che l'amministrazione Greco si sta assumendo a tutela del pontile sbarcatoio segni un'inversione di tendenza rispetto a un passato in cui non è stata prestata particolare attenzione ai beni culturali. "Questo segnale è importante, e segna lo spartiacque tra la Gela del passato - hanno detto - e la nuova Gela, che vuole scommettere sul mare e sul turismo".Nel corso del confronto del 23 aprile con Genio Civile, Guardia Costiera, Demanio Marittimo, dipartimento regionale alle infrastrutture e Sovrintendenza, non sono mancate le divergenze. Qualcuno ha proposto la demolizione tout court, altri hanno avanzato perplessità anche su chi sia il reale concessionario della struttura, ma alla fine l'idea di procedere all'abbattimento della struttura sic et simpliciter sembra sia stata momentaneamente accantonata. Si proverà a vedere se sussistono le condizioni per salvare il pontile sbarcatoio, recuperandolo, mettendolo in sicurezza e riqualificandolo. I prossimi passi da fare saranno la perizia tecnica, fondamentale per capire il reale stato di ammaloramento del pontile dal punto di vista statico, l'analisi e la comparazione dei costi. Solo dopo aver capito quanto costerebbe la demolizione, con conseguente trasferimento degli inerti in discarica, e quanto, invece, l'adeguamento e il consolidamento del pontile, si potrà addivenire ad una decisione: demolizione o recupero. "Vogliamo una messa in sicurezza reale, non transenne e recinzioni. A breve, - fa sapere il Sindaco Lucio Greco - formalizzeremo le richieste che ci riguardano come Comune, in modo che si possa disporre l'avvio della consulenza tecnica. Successivamente, in base a quello che emergerà, stabiliremo il da farsi, forti anche del sostegno delle realtà che si spendono per il recupero di beni di rilevanza storica. Noi crediamo fermamente che il pontile sbarcatoio sia da annoverare tra questi, e interpelleremo anche il Ministero per i Beni Culturali se dovesse essere necessario" - ha detto il sindaco Lucio Greco.

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti