Venerdì, 24 Maggio 2024
Gela, 28°C - Sereno

Anche la rete ferroviaria nissena si affaccia all’eco sostenibilità grazie a nuovi treni "Blues"

Attualità

Anche la rete ferroviaria nissena si affaccia all’eco sostenibilità grazie a nuovi treni "Blues"

I nuovi treni "Blues" di Trenitalia potrebbero a breve arrivare anche nel nisseno. Pochi giorni fa si è tenuto un incontro tra la direzione regionale di Trenitalia e i rappr...

Stefano Blanco

15 Maggio 2023 15:00

75
Guarda videoAnche la rete ferroviaria nissena si affaccia all'eco sostenibilità grazie a nuovi treni "Blues"
Advertising

I nuovi treni "Blues" di Trenitalia potrebbero a breve arrivare anche nel nisseno. Pochi giorni fa si è tenuto un incontro tra la direzione regionale di Trenitalia e i rappresentanti dei pendolari della linea Siracusa-Ragusa-Gela-Caltanissetta, Andrea Patriarca e Pippo Gurrieri (del comitato pendolari siciliani). Per l'occasione sono state comunicate alcune importanti novità inerenti la linea ferroviaria sopracitata, la notizia più importante è sicuramente l'arrivo dei nuovi treni "Blues", si tratta di un treno con un'innovativa tecnologia ibrida e ancora più sostenibile per il ridotto impatto ambientale, progettato e costruito da Hitachi Rail per Trenitalia, è arrivato in Sicilia solo nel 2022 ed è impegnato ad oggi nelle linee Palermo Messina e Palermo Termini Imerese nell'ambito dei servizi extraurbani. Questi nuovissimi treni a partire da quest'anno verranno utilizzati anche tra Siracusa e Ragusa per poi essere immessi gradualmente anche oltre Ragusa e fino a Caltanissetta. L'utilizzo dei "blues" da e verso Gela è ancora da valutare, serviranno, infatti, diversi interventi, alcuni dei quali però già programmati, per l'installazione del moderno sistema di circolazione Ermts senza il quale i Blues non possono essere utilizzati. È però innegabile l'utilità strategica che ricopre Gela in termini di linee ferroviarie, sia perché da Gela sarebbe poi più semplice collegarsi all'entroterra nisseno fino ad arrivare a Caltanissetta sia per i numerosi pendolari provenienti dalle province di Siracusa e Ragusa, per cui si parla di un utenza potenziale di migliaia di persone ogni giorno. di Stefano Blanco

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti