Venerdì, 24 Maggio 2024
Gela, 28°C - Sereno

Carabinieri, da 209 anni al servizio dei cittadini: l'Arma celebra oltre due secoli di storia

Attualità

Carabinieri, da 209 anni al servizio dei cittadini: l'Arma celebra oltre due secoli di storia

Un impegno costante che i 209 anni di storia vede i Carabinieri al fianco dei cittadini con stazioni e tenenze territoriali

Graziano Amato

06 Giugno 2023 14:10

117
Guarda videoCarabinieri, da 209 anni al servizio dei cittadini: l'Arma celebra oltre due secoli di storia
Advertising

Duecento nove anni al servizio dei cittadini l'Arma dei Carabinieri ha celebrato ieri il 209° annuale di fondazione del corpo. La cerimonia avrebbe dovuto tenersi al viale Regina Margherita ma, a causa delle condizioni metereologiche, è stata spostata al Teatro Margherita dove, alla presenza delle massime autorità provinciali e di diversi cittadini, è stato passato in rassegna l'impegno profuso dall'Arma, oltre che in ambito nazionale, in tutto il territorio della provincia con un impegno costante nel contrasto al crimine organizzato e ad ogni forma di illegalità. Un impegno costante che i 209 anni di storia vede i Carabinieri al fianco dei cittadini con stazioni e tenenze territoriali. Stazioni forestali e reparti speciali impegnati costantemente nella salvaguardia della vita delle popolazioni in ogni suo aspetto: dalla salute, all'ambiente, alla tutela del patrimonio artistico e culturale, a quello del rispetto delle normative sul lavoro, alla lotta del terrorismo. Una guida per la vita di ogni comunità ed un porto sicuro dove approdare per sconfiggere forme di illegalità nel nome del bene e della giustizia. Un corpo, quello dei Carabinieri, vicino ai giovani ed agli studenti con i quali interfacciarsi sui temi della legalità, soprattutto in territori come i nostri dove la "malapianta" continua a crescere nonostante i duri colpi inferti nel tempo contro chi ha fatto dell'illecito uno stile di vita. Nell'ottica di educazione alla legalità, stamattina i Carabinieri del Reparto Territoriale in collaborazione con i dirigenti scolastici della città hanno preso parte ad una serie di conferenze che si sono svolte nell'ambito del progetto "La Cultura della Legalità" al quale hanno preso parte decine di studenti delle scuole secondarie di primo grado degli istituti comprensivi "Gela-Butera", "Ettore Romagnoli", dell'istituto "Alberghiero" e ragioneria "Luigi Sturzo". Nel corso dell'incontro si è parlato di uguaglianza e pari dignità tra le persone, sottolineando che nella schiera dei valori vanno considerati anche i doveri ed in primis quelli della solidarietà e del rispetto. Ma si è parlato anche di ambienta, di sicurezza stradale e dei pericoli del bullismo e del cyber-bullismo oltre che dell'uso corretto di internet e del cellulare. Un momento di riflessione che ha suscitato il vivo interesse degli studenti. di Graziano Amato

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti