Domenica, 14 Aprile 2024
Gela, 21°C - Nuvoloso

Piazzetta di via Corinto tornata presto nel degrado e il comitato di quartiere lancia grido di allarme

Banner Testata

Disagi del cittadino

Piazzetta di via Corinto tornata presto nel degrado e il comitato di quartiere lancia grido di allarme

Stamattina ci siamo recati nel cuore del quartiere Margi alle spalle di via Venezia dove i residenti lamentano uno stato di abbandono degli spazi pubblici diventato ormai insostenibile. In p...

Stefano Blanco

24 Aprile 2023 11:55

105
Guarda videoPiazzetta di via Corinto tornata presto nel degrado e il comitato di quartiere lancia grido di allarme
Advertising

Stamattina ci siamo recati nel cuore del quartiere Margi alle spalle di via Venezia dove i residenti lamentano uno stato di abbandono degli spazi pubblici diventato ormai insostenibile. In particolare in via Corinto ma anche in via Redi sorgono due aree verdi davvero invidiabili sia per gli spazi ben costruiti sia proprio per la presenza di piante, fiori e alberi che abbelliscono e rendono salubre l'intera area. La piazzetta di Via Corinto era stata ripulita e riqualificata circa due anni, in piena pandemia, quando l'allora assessore al decoro urbano Giuseppe Licata accolse la richiesta del comitato di quartiere. La riqualificazione con tanto di piantumazione di nuove essenze era stata salutata piacevolmente dai residenti che avevano deciso di adottare la piazzetta innaffiando le piante in estate e rimuovendo i rifiuti.Da allora però l'entusiasmo ha lasciato lentamente spazio alla rassegnazione ed oggi l'oasi di via Corinto è diventata ricettacolo di brutture. Immondizia di ogni genere, verde incolto che ha ormai inglobato fiori e piante aromatiche e ovviamente roditori e insetti che la fanno da padrona. Ancora una volta la mancanza di manutenzione e il malcostume di alcuni cittadini hanno fatto ripiombare uno spazio verde nel degrado. Il comitato di quartiere allora lancia il grido d'allarme a cittadini e istituzioni per far sì che le piazzette di Margi tornino le oasi urbane di un tempo.di Stefano Blanco

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti