Giovedì, 23 Maggio 2024
Gela, 24°C - Nuvoloso

Per la giustizia è reato picchiare e offendere il figlio di fronte agli amichetti

Cronaca

Per la giustizia è reato picchiare e offendere il figlio di fronte agli amichetti

Reato più grave picchiare e offendere sistematicamente il figlio

Redazione

27 Ottobre 2023 19:49

223
Guarda videoPer la giustizia è reato picchiare e offendere il figlio di fronte agli amichetti
Advertising

Reato più grave picchiare e offendere sistematicamente il figlio di fronte agli amichetti. Non si tratta, infatti, di abuso di mezzi di correzione ma di maltrattamenti in famiglia. Lo ha chiarito la sezione penale della Corte di Cassazione con la sentenza 43684/23 pubblicata il 27 ottobre 2023, che ha respinto il ricorso di un padre manesco. La sesta sezione penale ha motivato il verdetto di colpevolezza spiegando che l'uso sistematico della violenza, quale ordinario trattamento del minore, anche se sostenuto da animus corrigendi, non può rientrare nell'ambito della fattispecie di abuso dei mezzi di correzione, ma concretizza, sotto il profilo oggettivo e soggettivo, gli estremi del più grave delitto di maltrattamenti.

Advertising

Ad avviso del Collegio di legittimità, infatti, di cui ha scritto il sito Cassazione.net, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", il motivo è fondato e, al riguardo, hanno ricordato che "Le metodiche utilizzate, per la loro pervasività e per le conseguenze indotte in termini di sofferenza morale, esulavano dal contesto educativo e correzionale. L'umiliazione e la svalutazione della personalità (basti pensare alla terminologia degradante usata anche in presenza di coetanei del ragazzo, agli sputi, alle percosse a mani nude o con il mattarello) non avevano alcuna connotazione educativa e si risolvevano in angherie e immotivate vessazioni. Correttamente pertanto la condotta è stata inquadrata nella fattispecie di cui all'art. 572 cod. pen., a nulla rilevando le eventuali finalità rieducative asseritamente e del tutto genericamente perseguite dall'imputato".

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti