Giovedì, 23 Maggio 2024
Gela, 24°C - Nuvoloso

"Le lezioni della Storia", al via a Gela un corso destinato ad anziani e studenti

Eventi

"Le lezioni della Storia", al via a Gela un corso destinato ad anziani e studenti

L'iniziativa è a cura dell'Auser

Redazione

11 Novembre 2023 12:04

1223
Guarda video"Le lezioni della Storia", al via a Gela un corso destinato ad anziani e studenti
Advertising

L'Auser, presieduto da Emanuele Scicolone, Insieme al circolo Rinascita di Gela, ha dato il via ad un corso denominato "Le lezioni della storia".  L'iniziativa prevede 18 incontri a cui parteciperanno gli studenti delle classi superiori del Liceo Classico, del Liceo Scientifico, i soci dell'associazione e saranno aperti a tutti i cittadini. Gli incontri tenteranno di mettere insieme anziani, adulti e giovanissimi per vivere gioiosamente esperienze aperte alla bellezza della ricerca delle Vie Maestre realizzando quello scambio Intergenerazionale tanto necessario e importante.  Il mondo, sia come pianeta terracqueo sia come società umana, si sta sgretolando.

Advertising

 La crisi climatica e i molteplici teatri di guerra invitano i cittadini, a prescindere dall'età, a ‘pensare' il presente. Per raggiungere o, perlomeno, tentare di raggiungere il diritto di esercitare la cittadinanza in termini di libera e consapevole partecipazione alla vita del pianeta e della comunità. Muovendo dal ‘presente'! Non solo, cioè, ‘nel' presente, ma ‘dal' presente! Perché vivere solo nel presente è come la sorte che tocca alla goccia d'acqua che, tuffata e immersa nel torrente, si confonde con esso e si smarrisce. Muovere ‘dal presente', invece, richiede la risalita alle sue origini per tentare di ricostruire identità, percorsi e ‘Vie Maestre' che richiedono confronto, collaborazione, dialogo aperto. In particolare, sembra opportuno prendere le mosse dall'attuale ruolo dell'Europa perché , secondo una tradizione molto accreditata, è in Europa che nasce il "pensiero discorsivo".

Advertising

Però, stando alla situazione del ‘giorno d'oggi', non si sa bene e inequivocabilmente cosa è l'Europa, cosa vogliamo che sia e chi ne dovrà tracciare i confini prossimi venturi. Né si dovrà ignorare che anche Hitler nel 1941 ebbe ad esortare i ‘suoi' soldati dicendo loro che aveva preso le decisioni che ‘doveva' prendere "non solo come capo responsabile dello stato tedesco, ma come rappresentante  della  cultura e della civiltà europea". Il mondo di oggi e, quindi, l'Europa di oggi dovrebbero non ignorare quello che avvenne immediatamente dopo!.... La storia e la memoria! Senza le quali non c'è identità sociale né personale. Al giorno d'oggi, la vita è soggetta allo stress di una fortissima accelerazione che non concede né spazio né tempo al pensiero. I nati digitali e i migranti digitali rischiano di essere schiacciati dalla velocità delle operazioni finanziarie, le decisioni delle quali, in regime di feroce competitività, vanno adottate in termini di ‘microsecondi' (milionesimi di secondo). E la memoria? La memoria viene affidata all'Intelligenza Artificiale  Gli incontri del corso di Storia tenteranno di mettere insieme anziani, adulti e giovanissimi per vivere gioiosamente esperienze aperte alla bellezza della ricerca delle Vie Maestre.  Le "lezioni della Storia" muoveranno ‘dal presente'. Cioè, dalla presa di coscienza che, sia in quanto soggetti individuali sia in quanto specie umana, non siamo generati dal nulla. E ci stacchiamo dal passato che vogliamo, nel bene e nel male, interrogare per vederlo e conoscerlo con orgoglio o con disprezzo. Per appoggiare le nostre esistenze su sostegni robusti dai quali costruire futuro per quanti sono agli sgoccioli e per quanti vorranno viverlo nella pace e nella prosperità. Con l'augurio che, pur guardando da un piccolo luogo quale è la nostra città, che vanta una ricca storia, è possibile dare sostanza alle speranze e alle aspirazioni auspicabilmente condivisibili. L'evolversi della situazione  impone a tutti di non arrendersi e trasmettere, soprattutto ai giovani, la "Speranzacertezza" che attraverso la partecipazione attiva alla vita sociale riusciremo a salvare il pianeta.                               

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti