Mercoledì, 22 Maggio 2024
Gela, 21°C - Nuvoloso

LA TRINACRIA HA ORIGINI GELESI A PROVARLO SAREBBE UN REPERTO ESPOSTO OGGI AL MUSEO DI AGRIGENTO

Cultura

LA TRINACRIA HA ORIGINI GELESI A PROVARLO SAREBBE UN REPERTO ESPOSTO OGGI AL MUSEO DI AGRIGENTO

L'associazione Trinakria insieme al sostegno del parco archeologico di Gela sta tentando di far tornare in città la triscele più antica mai ritrovata in Sicilia. La triscele &...

Stefano Blanco

15 Dicembre 2021 19:55

190
Guarda videoLA TRINACRIA HA ORIGINI GELESI A PROVARLO SAREBBE UN REPERTO ESPOSTO OGGI AL MUSEO DI AGRIGENTO
Advertising

L'associazione Trinakria insieme al sostegno del parco archeologico di Gela sta tentando di far tornare in città la triscele più antica mai ritrovata in Sicilia. La triscele è uno dei simboli più noti della storia tanto da aver dato origine alla trinacria simbolo della nostra isola in tutto il mondo, avvolta ancora oggi da un velo di mistero, ad esempio, non tutti sapranno ma l'emblema della Sicilia potrebbe essere nato proprio a Gela. Di origine orientale, nelle antiche culture pagane la triscele (detta anche "triqueta") aveva un aspetto decisamente più minimal, formato da tre spirali unite da un punto al centro. Il più antico reperto riportante la variante in cui le tre spirali sono sostituite da tre gambe è una ceramica del vii- vi secolo a. C.  si pensa che furono proprio i colonizzatori greci ad associare il simbolo all'isola in relazione alla sua conformazione geografica triangolare. Da qui il nome di trinacria (dal Greco trinakia), con cui i greci indicavano sia il simbolo che la Sicilia stessa. Tale manufatto è stato ritrovato proprio qui a Gela, in località Bitalemi, e presenta caratteristiche locali dell'epoca sebbene ad oggi sia esposto nel museo archeologico di Agrigento. Non è la prima volta che un reperto ritrovato qui nel sottosuolo gelese, prodotto di una società antichissima sia oggi esposto in qualche altro museo della Sicilia. Per questo motivo in concomitanza coi lavori di ammodernamento del parco archeologico di Gela, il comitato scientifico da poco insediatosi sta cercando di ritrovare questi reperti sparsi in giro per la Sicilia e per il mondo nel tentativo di riportarli in città.di Stefano Blanco

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti