Martedì, 25 Giugno 2024
Gela, 23°C - Nuvoloso

Gela, la storia di Alessandro Gallo chiude il 31esimo anniversario della strage di Capaci alla Verga

Scuola

Gela, la storia di Alessandro Gallo chiude il 31esimo anniversario della strage di Capaci alla Verga

Con la presentazione del libro "Era tuo padre", di Alessandro Gallo, si è conclusa la due giorni di iniziative organizzata dall'Istituto Comprensivo Verga

Graziano Amato

26 Maggio 2023 13:08

108
Guarda videoGela, la storia di Alessandro Gallo chiude il 31esimo anniversario della strage di Capaci alla Verga
Advertising

Con la presentazione del libro "Era tuo padre", di Alessandro Gallo, si è conclusa la due giorni di iniziative organizzata dall'Istituto Comprensivo Giovanni Verga in occasione del 31° anniversario della strage di Capaci. Alessandro a 15 anni scopre che il padre ha a che fare con la criminalità organizzata. Davanti ad un bivio sceglie  di allontanarsi da Napoli e, senza non poche difficoltà, segue le sue ambizioni che, a distanza di anni, gli permettono di ritagliarsi un importante spazio nel mondo del cinema e del teatro. Alessandro Gallo continua a girare l'Italia raccontando ai più giovani la sua coraggiosa esperienza da cui ha preso spunto per scrivere il romanzo con una storia che è allo stesso tempo uguale e diversa dalla sua. Un padre, camorrista latitante, con il potere ben saldo nelle mani, e tre figli, chiamati a fare una scelta che li segnerà per tutta la vita: essere parte o meno dell'impero criminale del padre. C'è una terza protagonista nel romanzo, Camilla, che rispetto ai suoi due fratelli è combattuta, lacerata tra l'affetto per la famiglia e la voce prepotente dentro di sé che le grida di essere diversa, di pretendere una vita pulita e migliore. Una scelta difficile che rispecchia tante giovani vite vere che, secondo il Questore di Caltanissetta Pinuccia Albertino Agnello, presente all'incontro, possono essere salvate attraverso il sostegno offerto da una solida rete istituzionale. Il dibattito è stato moderato e animato dagli studenti degli istituti Verga e Vittorini. La due giorni si è conclusa con una grande foto ricordo davanti al murales commissionato per l'occasione allo street artist gelese Roberto Collodoro.di Graziano Amato

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti