Giovedì, 18 Aprile 2024
Gela, 12°C - Sereno

Sanità al collasso, la Cgil di Caltanissetta stila una piattaforma con dieci punti fondamentali

Banner Testata

Salute

Sanità al collasso, la Cgil di Caltanissetta stila una piattaforma con dieci punti fondamentali

In vista della manifestazione nazionale in programma per il 7 ottobre

Giovanna Sirchia

30 Settembre 2023 11:58

469
Guarda videoSanità al collasso, la Cgil di Caltanissetta stila una piattaforma con dieci punti fondamentali
Advertising

"Il diritto alla salute  e il valore del servizio sanitario nazionale non possono essere sottaciuti". Cosi' esordisce la Cgil provinciale,che in vista della manifestazione nazionale, del prossimo 7 ottobre, ha stilato una piattaforma contenente dieci punti. "Occorre operare e fare in modo che le forze politiche si assumano la responsabilità- sottolineano i sindacati- di difendere e rafforzare il nostro servizio sanitario nazionale ponendo al centro delle loro azioni  le persone e i bisogni delle nostre comunità".

Advertising

 Per questo la Cgil provinciale ha inviato a tutti i presidenti dei consigli comunali della provincia la propria piattaforma per poter presentare ordini del giorno nei propri consigli comunali e chiedere alla regione di assumere iniziative verso il Governo nazionale per stanziare nella prossima legge di bilancio le necessarie risorse per il servizio sanitario. Questi i punti contenuti nella piattaforma: garantire un forte investimento aumentando il finanziamento pubblico per i servizi di prevenzione ospedalieri e territoriali. Investire sul personale con un piano straordinario pluriennale di assunzione che vada oltre la stabilizzazione e il turnover e che infatti investa anche nella formazione.

Advertising

Rilanciare e riadeguare la rete ospedaliera a partire dal Pronto Soccorso sempre più al collasso. Dare risposta agli inaccettabili tempi di attesa che negano il diritto alla salute e favoriscono  il ricorso a prestazioni private. Potenziare il sistema dei consultori pubblici.  Ammodernare la rete delle strutture residenziali. Fermare i processi di esternalizzazione e privatizzazione. Riconoscere  l'importanza della prevenzione della promozione della salute. Sostenere le persone non autosufficienti ed infine promuovere politiche per la piena inclusione sociale delle persone con disabilità e sostegno per le famiglie.

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti