Domenica, 19 Maggio 2024
Gela, 29°C - Nuvoloso

Egitto: processata la madre che ha decapitato il figlio di cinque anni e ne ha mangiato la testa

Cronaca

Egitto: processata la madre che ha decapitato il figlio di cinque anni e ne ha mangiato la testa

Dopo il suo arresto, la madre è comparsa davanti al tribunal

Redazione

03 Ottobre 2023 18:51

531
Guarda videoEgitto: processata la madre che ha decapitato il figlio di cinque anni e ne ha mangiato la testa
Advertising

Ciò che una giovane donna ha fatto al figlio di cinque anni in Egitto sembra uscito da un thriller. Il motivo di Hanaa Mohamed Hassan, dichiarata criminalmente pazza da un tribunale egiziano, dopo aver decapitato il figlio di cinque anni con un coltello e avergli mangiato la testa. In particolare, l'imputata è stata processata per il raccapricciante omicidio di suo figlio Youssef, ma i giudici del tribunale penale hanno deciso che non era in grado di chiedere scusa. Invece, hanno detto che aveva ucciso il ragazzo "in un impeto di follia" e che avrebbe dovuto essere tenuto in un reparto psichiatrico sicuro.

Advertising

Hassan, ha detto alla corte, è stata arrestata dopo che lo zio inorridito di Youssef ha trovato alcune parti del suo corpo in un secchio nella casa della famiglia a Fakus, nel nord dell'Egitto. Dopo il suo arresto, la polizia ha detto che la madre ha confessato di aver mangiato parte della testa di suo figlio perché "voleva che fosse con lei per sempre". Aveva tagliato la testa del suo bambino in bagno prima di farla bollire con altri pezzi in acqua bollente sul fornello e poi mangiarli. Una prima perizia psichiatrica aveva inoltre accertato che lei era responsabile delle sue azioni premeditate, essendosi procurata una mazza e un coltello e chiuso a chiave tutte le porte e le finestre della sua casa. Aveva poi colpito la testa di suo figlio tre volte, uccidendolo, e poi aveva fatto a pezzi il corpo di Yusef nel tentativo di distruggere le prove.

Advertising

. Ad Hassan, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", è stato ordinato di essere trattenuto presso l'Ospedale di salute mentale e neurologica Abbasia del Cairo. Il suo ex marito, identificato solo dalle iniziali HA, ha detto ai media locali: "Quando sono arrivato, la polizia mi ha impedito di vedere mio figlio a causa della scena orribile. Abbiamo divorziato quattro anni fa perché lei ha ottenuto la terra da suo padre e mi ha chiesto di lasciare la mia casa e la mia famiglia e andare con lei".

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti