Mercoledì, 24 Aprile 2024
Gela, 11°C - Pioggia

Carabinieri sulle tracce dei rapinatori e presto in città in funzione la videosorveglianza

Banner Testata

Cronaca

Carabinieri sulle tracce dei rapinatori e presto in città in funzione la videosorveglianza

Riflettori puntati, ancora una volta, su Gela dopo che nell'arco di una settimana si sono verificati un tentato omicidio, una rapina ad un supermercato e una tentata rapina ad un uffic...

Donata Calabrese

05 Aprile 2023 12:16

63
Guarda videoCarabinieri sulle tracce dei rapinatori e presto in città in funzione la videosorveglianza
Advertising

Riflettori puntati, ancora una volta, su Gela dopo che nell'arco di una settimana si sono verificati un tentato omicidio, una rapina ad un supermercato e una tentata rapina ad un ufficio postale situato alla periferia della città. Ieri mattina, il prefetto di Caltanissetta Chiara Armenia, ha riunito il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica mentre i carabinieri del reparto Territoriale sono già sulle tracce dei due malviventi che lunedì mattina hanno assaltato l'ufficio postale. I due rapinatori potrebbero avere le ore contate. Potrebbero essere gli stessi che sabato sera hanno fatto irruzione, alle 20.30, al "Penny Market" di via Venezia, a pochi passi dalla caserma dei carabinieri e dal commissariato. "Le indagini sono in corso - ha detto il sindaco Lucio Greco - e spero possano avere importanti sviluppi, così da assicurare al più presto i responsabili alla giustizia. Questo è l'ennesimo segnale forte da parte dello Stato, che va a unirsi ai risultati recentemente ottenuti dalle altre forze di polizia". Nel corso della riunione si è fatto anche il punto sull'avvio dei lavori di realizzazione del sistema di videosorveglianza, intervento ritenuto indispensabile e urgente dal prefetto che ieri mattina ha presieduto la riunione del comitato provinciale.«I lavori propedeutici - ha detto Greco - sono già stati completati e adesso si sta procedendo alla rimozione dei vecchi apparati, obsoleti e oramai inutilizzabili. Dal settore di competenza mi comunicano che sono già state svolte le ricognizioni in collaborazione con personale del commissariato di Polizia per l'osservazione dei punti strategici nei quali fissare i nuovi apparecchi ad alta risoluzione. È stato altresì definito il progetto di configurazione di rete lan e programmata l'attività per la gestione del nuovo software. Entro aprile si provvederà al montaggio delle telecamere e all'installazione, ove necessario, di nuovi pali. Si procederà, altresì, alla definizione e al completamento della dorsale principale di telecomunicazione. Sempre entro fine mese, saranno messe in funzione le sale di controllo in attesa del collaudo. Spero presto - ha spiegato il primo cittadino - di poter consegnare alla città un sistema di monitoraggio decisivo per le future indagini. Strumento che contribuirà a dare sicurezza e serenità ai cittadini gelesi. Il sindaco ha concluso ringraziando il prefetto per il sostegno e la continua azione di coordinamento che svolge e i carabinieri, in particolare il colonnello Vincenzo Pascale, comandante provinciale dell'arma, il tenente colonnello Ivan Boracchia, comandante del Reparto territoriale di Gela e tutti i militari che operano sotto il loro comando "con abnegazione e impegno".di Donata Calabrese

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti