Mercoledì, 22 Maggio 2024
Gela, 21°C - Nuvoloso

L’amministrazione ricorda i partigiani gelesi che contribuirono a liberare l’Italia dal nazifascismo

Cultura

L’amministrazione ricorda i partigiani gelesi che contribuirono a liberare l’Italia dal nazifascismo

Un corteo, l'alzabandiera accompagnato dal suono del fischietto, la deposizione di una corona d'alloro sulle note del "Piave Mormorava". È così che la Città ...

Graziano Amato

25 Aprile 2023 11:40

117
Guarda videoL'amministrazione ricorda i partigiani gelesi che contribuirono a liberare l'Italia dal nazifascismo
Advertising

Un corteo, l'alzabandiera accompagnato dal suono del fischietto, la deposizione di una corona d'alloro sulle note del "Piave Mormorava". È così che la Città di Gela ha celebrato il 78° anniversario della liberazione dell'occupazione nazista e della dittatura fascista. Il corteo composto da figure istituzionali, militari, associazioni e cittadini è partito da Piazza San Francesco per snodarsi su corso Vittorio Emanuele fino a Piazza dei Martiri. Per la prima volta sono stati ricordati i partigiani gelesi. Sul monumento dedicato ai caduti sono stati adagiati dei pannelli con i loro nomi e le loro fotografie. Lo storico Nuccio Mulé ne ha censiti 72,tra cui tre donne: Angela Crapanzano, Rosaria Felici e Angela Puzzo, ricordate oggi anche grazie alla volontà del "Soroptimist", presieduto da Ausilia Faraci. Nell' intervento istituzionale del sindaco Lucio Greco è stato ricordato il sacrificio dei caduti per la libertà e la democrazia, il rifiuto di ogni forma di totalitarismo, di violenza e sopraffazione e l'impegno per l'affermazione degli ideali di pace e giustizia sociale.di Graziano Amato

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti