Giovedì, 23 Maggio 2024
Gela, 19°C - Nuvoloso

Guerra a Gela ai sacchetti selvaggi: rifiuti da conferire all’interno dei mastelli

Ambiente

Guerra a Gela ai sacchetti selvaggi: rifiuti da conferire all’interno dei mastelli

I rifiuti, devono essere conferiti davanti alle abitazioni utilizzando i mastelli

Redazione

17 Marzo 2024 15:17

3412
Guarda videoGuerra a Gela ai sacchetti selvaggi: rifiuti da conferire all'interno dei mastelli
Advertising

I rifiuti, a partire dal primo marzo, devono essere conferiti davanti alle abitazioni all’interno dei mastelli consegnati disponibili gatuitamente presso l'ex area mercatale di via Settefarine a Gela. Nel frattempo Impianti Srr provvederà a consegnare i kit a domicilio ai cittadini che non ne sono ancora in possesso e agli operatori economici. E' quanto concordato fra società in house per la raccolta differenziata e l'amministrazione. Un'ordinanza del sindaco Lucio Greco vieta di conferire la spazzatura in sacchetti. E' vietato anche utilizzare i secchioni adoperati in precedenza. Il provvedimento è stato firmato perchè c'è ancora chi deposita i rifiuti fuori dagli orari consentiti o non rispetta il porta a porta. La società Impianti Srr ha provveduto alla distribuzione dei contenitori all’utenza iscritta nei ruoli Tari del Comune di Gela secondo ordine alfabetico a partire dal 5 ottobre 2023 e fino al 24 gennaio 2024. 

Nonostante sia trascorso un ragionevole periodo di assestamento del servizio del sistema porta a porta, è stato accertato che permangono casi di deposito fuori dagli orari e dai giorni prescritti dal precisato piano comunale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani; spesso le pertinenze stradali, sia periferiche che cittadine, anche altamente frequentate, vengono utilizzate per abbandonare rifiuti in quantità tale da dar luogo ad accumuli paragonabili a micro discariche; parte della cittadinanza ancora non effettua correttamente la differenziazione dei rifiuti, creando disservizi idonei ad incidere sulla percentuale minima di raccolta prevista dalla legge; parte della cittadinanza non conferisce corrrettamente nei mastelli diversificati fra organico, carta e cartone, vetro, indifferenziato secco residuale, plastica e metalli, favorendo la dispersione dei rifiuti nell'ambiente.

I kit della Srr Impianti vanno esposti e sono dotati di sistema di tracciabilità. E' inoltre vietato utilizzare sacchi di colore nero o sacchi che non permettano di visualizzare la tipologia del rifiuto contenuto nel mastello, imponendo il rispetto delle seguenti tipologie di sacchetti: gialli trasparenti per la plastica e lattame, azzurri trasparenti l’indifferenziato, compostabili per l’umido allorquando il mastello in dotazione è insufficiente a contenere il rifiuto previsto. Il provvedimento si rende necessario per ottimizzare il servizio. Sono previste sanzioni amministrative per i trasgressori.

Per informazioni

NUMERO VERDE  800 91 222 1 


Scarica l'app

K-Tarip

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti