Giovedì, 23 Maggio 2024
Gela, 24°C - Nuvoloso

Gela, dimissioni di Siragusa dal Pd. Orlando: "Sono mortificato e amareggiato"

Politica

Gela, dimissioni di Siragusa dal Pd. Orlando: "Sono mortificato e amareggiato"

L'ex dirigente scolastico interviene su quanto dichiarato da Guido Siragusa

08 Luglio 2023 16:39

783
Guarda videoGela, dimissioni di Siragusa dal Pd. Orlando: "Sono mortificato e amareggiato"
Advertising

"Dopo aver sentito Siragusa in Tv e dopo aver letto la sua versione di verità così comunicata agli organi provinciali del Pd mi sento mortificato ed amareggiato sia come uomo che, come componente di un partito e per tal motivo, chiarisco con onestà quanto segue. Siragusa prima sfugge il confronto con l'intera "Direzione Locale" del PD non riunendola per ben 11 mesi nonostante le reiterate richieste ed infine spara a zero spropositatamente e per depistare contro solo due Dirigenti del Partito come Di Cristina e Donegani". E' quanto afferma in una nota Giuseppe Orlando, dirigente scolastico in pensione e componente Direzione Locale e Provinciale del PD.

Advertising

"Ribadisco che da circa 11 mesi tanti e vari componenti di base della Direzione Locale del partito chiediamo reiteratamente la convocazione di tale organismo a Siragusa che ha fatto sempre "orecchie da mercante" semplicemente ignorandoci e senza mai risponderci. Infine dopo una minaccia velata di ns autoconvocazione della stessa (peraltro non patrocinata né da Di Cristina né da Donegani) convoca furbamente una Assemblea degli Iscritti (non di sola Direzione) con una comunicazione su whatsapp al gruppo Direzione PD Gela e non la passa né agli organi di stampa, né alle TV e né ai semplici iscritti, avendo però cura di invitare l'on Provenzano, il segretario ed il presidente provinciale (tutti di area Sclein).

Advertising

I motivi delle reiterate e

sempre disattese convocazioni

fatte e scritte sul gruppo Whatsapp Direzione PD su alcune delle tematiche più pregnanti erano e sono in parte i  seguenti e vanno onestamente portati a conoscenza della città: Discutere ampiamente le motivazioni che hanno portato ai recenti e ultimi risultati elettorali e nazionali locali (sui punti di forza che non hanno funzionato e sui punti di debolezza da studiare per eliminarli); Chiarire i motivi dell'incapacità del segretario a raccogliere i fondi dell'affitto tra gli iscritti per mantenere aperti i locali della ns segreteria locale di cui ad oggi siamo sforniti nonostante la manifesta disponibilità iniziale di alcuni a contribuire;

Advertising

Rendicontare sulla pessima posizione da lui presa, a nome del partito, (nonostante il diverso voto iniziale del ns consigliere comunale) a proposito dell'utilizzo delle Royalty comunali con espresse minacce all'amministrazione Greco a ricorrere al Consiglio di Stato ed alla Corte di Giustizia Europea (millantando di farlo con fondi propri); Chiarire il perché da mesi andava dicendo: "ccu mia segretariu tutta a Direzione locale sa candidari a consiglieri comunali altrimenti un su cchiù componenti da Direzione….". Avremmo voluto chiederti amico Siragusa come può, uno come te, che 4 anni fa per candidarsi pretese di essere prima nominato assessore designato e quando la sera prima l'intera coalizione non lo volle non si candidò pretendere oggi quello che lui non fece allora facendoci perdere con i suoi possibili 200/250 voti il terzo consigliere comunale… de-mo-cra-zia… caro amico… de-mo-cra-zia e modestia.

Richiesta di nomina di una commissione per costruire possibili alleanze per le elezioni del 2024. Gli fu chiesto, da me e da altri, in attesa del pronunciamento della Direzione locale di convocare urgentemente ed allargare, nel frattempo, momentaneamente il gruppo del segretario e del consigliere comunale con i due componenti della Direzione Nazionale prof Di Cristina (area De Micheli/Bonaccini) e avv Caizza (Area Sclein). Totalmente sordo;  Chiarimento relativo a una proposta fatta dal ns componente della Direzione nazionale a volere trattare ed ampliare uno dei tanti temi proposti da Sclein e deliberati dalla Direzione nazionale al quale fu riposto, pesantemente,  sul gruppo Direzione locale ……"viri chi a passari prima u permessu a mia"….  (non alla Direzione che ne ha piena facoltà deliberante ma a lui e solo a lui ..… Cosa di tirarisi i capiddri);

 Chiarimenti su quando andava raccontando in giro ed al bar in più occasioni ad elementi estranei al PD sulle possibili aspirazioni di candidarsi a sindaco di un ns componente. In mia presenza a distanza di circa tre/quattro metri più volte ad alta voce e presuntuosamente: "ccu mia segretariu su po' luvari da testa di fari u candidatu a sinnicu". Decisione che come tutti sappiamo nel Pd va prima sottoposta all'intera direzione del partito e poi sottoposta al vaglio dell'intera coalizione che, in ultima analisi decide o delibera le primarie. Per sfuggire alle sue responsabilità su ciò e tant'altro tre ore prima dell'Assemblea  si è dimesso. Le azioni successive poste in essere sono solo millantato credito a sua salvaguardia personale e a decremento del partito"

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti