Giovedì, 23 Maggio 2024
Gela, 19°C - Nuvoloso

Gela, San Domenico Savio: due milioni delle compensazioni Eni per riqualificare l’oratorio

Religione

Gela, San Domenico Savio: due milioni delle compensazioni Eni per riqualificare l’oratorio

L'excursus lo ha fatto il sindaco rispondendo a un'interrogazione di "Una Buona Idea"

08 Agosto 2023 14:27

604
Guarda videoGela, San Domenico Savio: due milioni delle compensazioni Eni per riqualificare l'oratorio
Advertising

Resta poco della chiesa San Domenico Savio, nel popoloso quartiere Villaggio Aldisio, inagibile e chiusa da ormai tre anni a causa delle gravi condizioni strutturali in cui versa. La comunita' nel frattempo si è adattata costruendo una tenso struttura negli spazi attigui alla chiesa e da tempo si tenta di trovare una soluzione definitiva. L'excursus l'ha fatto ieri sera il sindaco Lucio Greco, rispondendo a un'interrogazione del gruppo civico Una Buona Idea. In aula, il primo cittadino ha spiegato che l'ipotesi di riqualificare l'immobile esistente e' ormai cestinata, sulla scorta di diversi accertamenti tecnici. La strada verso la costruzione di una nuova chiesa sembrava lunga e tortuosa ma ieri, in aula consiliare, e' emersa una novita' rincuorante.  

Advertising

C'e' un capitolo da un milione e settecentomilamila euro di compensazioni del protocollo d'intesa con Eni destinato alla riqualificazione dell'oratorio che sara' incrementato di 300mila euro per finanziare la demolizione della vecchia chiesa, il trasferimento in discarica degli inerti e la costruzione del nuovo oratorio. I tecnici, che avevano presentato un progetto da quattro milioni, dovranno ridimensionare le carte a cui si mettera' mano subito dopo ferragosto. Sarà la CEI a finanziare, per il 75% dell'intero importo, la nuova chiesa. La comunità, invece, dovra' occuparsi del restante 25%. I salesiani non demordono e contano di compleatare l'intero iter entro 4 anni. 

© Riproduzione riservata
In Evidenza
Potrebbe interessarti