SUGLI “EQUILIBRI DI BILANCIO” IL CONSIGLIO COMUNALE VUOLE ESCLUDERE OGNI PROPRIA RESPONSABILITÀ

SUGLI “EQUILIBRI DI BILANCIO” IL CONSIGLIO COMUNALE VUOLE ESCLUDERE OGNI PROPRIA RESPONSABILITÀ

Una soluzione alla salvaguardia degli equilibri di bilancio non c’è. Questa sera si torna in aula ma con un ordine del giorno completamente diverso da quello che si è ipotizzato per quasi un mese. I correttivi proposti dal dirigente Loredana Patti non hanno convinto neanche la giunta che ha definito la procedura dettata dall’articolo “153” del Tuel “intempestiva”. I consiglieri, seppur dubbiosi e scettici, hanno atteso, invano, almeno un documento finanziario, che ad oggi non è arrivato. A questo punto, in autotutela, hanno deciso di chiedere la convocazione urgente del Consiglio Comunale. Probabilmente si opterà per la votazione di un documento che escluda ogni possibile responsabilità dell’Assise Civica. A questo punto, sul bilancio sembra tutto da rifare o quasi, visto che secondo i consiglieri comunali, poco e male è stato fatto in questi tre mesi, all’indomani del parere negativo rilasciato dai Revisori dei Conti allo schema di bilancio. Questa sera potrebbero essere formalmente chieste le dimissioni del dirigente e del consulente anche se pare che il sindaco stia vagliando altri incarichi per evitare in tutti i modi il rischio dissesto.

di Graziano Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *