ASSENTE LA NUOVA DC AL VERTICE DI MAGGIORANZA E LA LORO PROPOSTA SEMBRA NON PIACERE AGLI ALLEATI

ASSENTE LA NUOVA DC AL VERTICE DI MAGGIORANZA E LA LORO PROPOSTA SEMBRA NON PIACERE AGLI ALLEATI

I risvolti dell’ennesima crisi politica sono tutt’altro che scontati. Greco, intenzionato a dare segutio alla proposta della nuova Democrazia Cristiana, deve fare i conti con gli alleati della prima ora che gli sono rimasti vicino fino ad oggi. La Nuova DC tira dritto e continua a sostenere l’azzeramento della giunta che servirebbe a tracciare una linea e siglare un patto di fine mandato con gli alleati rimasti in maggioranza per tentare di governare altri 18 mesi con il supporto di alcuni responsabili del centrodestra di opposizione. Da Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia è già arrivato un netto no anche se tra i democristiani c’è chi scommetterebbe l’appoggio di qualche consigliere. Il Sindaco sembra intenzionato a dare seguito al tentativo della DC, pronta in caso contrario a lasciare la coalizione, ma pare che alcuni alleati oggi abbiano espresso il loro dissenso, durante il vertice di maggioranza convocato dal Sindaco, a cui i democristiani non hanno preso parte. La voce grossa l’avrebbero fatta i fedelissimi di Un’Altra Gela e gli autonomisti dell’MPA. Il Sindaco, nelle ore precedenti, aveva incontrato il commissario regionale della Nuova DC Totò Cuffaro, arrivato in città per un convegno organizzato dal partito. Se passasse la linea dei civici e degli autonomisti la compagine del Sindaco perderebbe altri due pezzi: l’assessore Giuseppe Licata e il consigliere Vincenzo Cascino. La coalizione dovrebbe tentare di governare per altri 18 mesi, ammesso che si risolva l’annosa questione legata al bilancio. I prossimi giorni, come spiega il vicesindaco Terenziano di Stefano, dovrebbero essere decisivi.

di Graziano Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *