GIANPIETRO GHIDINI AL VERGA PER RACCONTARE LA SUA STORIA E QUELLA DEL GIOVANE EMANUELE

GIANPIETRO GHIDINI AL VERGA PER RACCONTARE LA SUA STORIA E QUELLA DEL GIOVANE EMANUELE

Gianpietro Ghidini fondatore e volto di “Ema Pesciolinorosso” ha fatto visita agli studenti del plesso Giovanni Verga di Niscemi giovedì scorso. Un incontro voluto fortemente dalla dirigente Anna Maria Alesci e dal Rotary Club di Niscemi. Ghidini è un padre che dopo la morte del figlio, Emanuele 16 anni, ha donato la sua vita ai giovani. Premio del parlamento per la legalità internazionale a Montecitorio, premio campione per i giovani premiato dai City Angels a Milano, premio per la solidarietà 2018 al Magna Grecia awards a Bari e la lista sarebbe ancora molto lunga per un uomo che ha trasformato il suo dolore in coraggio, il coraggio di raccontare una storia che ha cambiato la sua vita e quella di tanti altri ragazzi e ragazze.

In questi anni il “Pesciolinorosso” è diventata una community di migliaia di persone, in crescita costante, dove genitori e giovani si scambiano idee, pensieri e condividono riflessioni su temi come l’adolescenza, le dipendenze, la scuola e ovviamente il rapporto tra genitori e figli. In quest’ottica Giampietro negli anni ha scritto diversi libri, sfaccettature differenti della sua storia e di quella di Emanuele. Con i suoi libri e con i suoi incontri Ghidini cerca sempre di lasciare una traccia, un piccolo seme che permetta di far crescere nei giovani alunni, ma anche nei genitori uno spirito nuovo, di riconoscenza e non di rammarico.

di Stefano Blanco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *