APPROVATA LA DELIBERA SUL TRASPORTO GRATUITO PER I SOGGETTI DISABILI AI CENTRI DI RIABILITAZIONE

APPROVATA LA DELIBERA SUL TRASPORTO GRATUITO PER I SOGGETTI DISABILI AI CENTRI DI RIABILITAZIONE

È stato a lungo un tema di dibattito, per cui l’Amministrazione è stata spesso criticata ma ora è arrivata la tanta attesa approvazione del nuovo regolamento per il servizio di trasporto disabili verso i centri di riabilitazione convenzionati con Asp. Si tratta di una proposta fortemente voluta dal settore ai servizi sociali nonché uno degli obiettivi primari dell’assessore al ramo Nadia Gnoffo diverse volte al centro di critiche proprio per l’assenza di regolamento per questo servizio. Oggi con la delibera approvata si mira a disciplinare l’erogazione di un servizio determinante ed essenziale per tante famiglie. Il trasporto e l’accompagnamento gratuito di soggetti disabili dalla propria abitazione alla sede del centro di riabilitazione erano un diritto di cui per molto tempo a Gela queste persone si sono visti privare. Con la delibera del 6 febbraio del 2020 si era tentato di tamponare il problema attraverso una forma di rimborso che però si era rivelata decisamente troppo farraginosa soprattutto dal punto di vista burocratico tant’è che diverse famiglie erano rimaste tagliate fuori proprio perché non avevano compilato correttamente la richiesta di convenzionamento. Con la nuova delibera sono 4 essenzialmente i metodi con cui verrà garantito il servizio:. Mediante convenzione con enti in possesso di mezzi omologati al trasporto di disabili previa presenza di un accompagnatore qualificato. Mediante accreditamento con enti terzi di libera scelta dell’utente ovviamente anch’essi omologati per il trasporto dei soggetti disabili. Tramite un convenzionamento diretto con la struttura di riabilitazione qualora fosse in possesso di mezzi idonei e accompagnatori qualificati. Infine, in assenza di servizio organizzato dal comune si potrà optare per la concessione di un contributo, una specie di rimborso, per mezzi privati o propri con questo contributo che decorrerà dalla data di prestazione dell’istanza. Molteplici modalità da richiedere direttamente in fase di presentazione della domanda da portare al settore servizi sociali e che aumento e non di poco la gamma di possibilità sempre gratuite come specificato nella delibera, che adesso i destinatari avranno. Un grosso passo in avanti per una fetta di popolazione in passato costretta spesso ad arrangiarsi.

di Stefano Blanco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.