BAMBINO DI 8 ANNI GRAVEMENTE FERITO NELL’AGGRESSIONE DI UN BRANCO DI CANI A UNA FAMIGLIA TEDESCA

BAMBINO DI 8 ANNI GRAVEMENTE FERITO NELL’AGGRESSIONE DI UN BRANCO DI CANI A UNA FAMIGLIA TEDESCA

A Gela tragedia sfiorata ieri pomeriggio sulla spiaggia. Erano circa le 17, 30 quando una famiglia di turisti tedeschi composta da quattro persone, marito moglie e le loro due figli, stavano passeggiando nel tratto di spiaggia adiacente il campo di calcio Enrico Mattei zona monte lungo, quando un branco di cani randagi li ha aggrediti. A riportare la peggio la bambino più piccola di 8 anni che un cane ha azzannato sul collo. Secondo le prime informazioni non sarebbe in pericolo di vita e si trova adesso ricoverata all’ospedale di Gela insieme alla madre che ha riportato lievi ferite. Ad evitare il peggio sono stati alcuni componenti dello staff tecnico del Gela Fc che, proprio ieri avevano iniziato la preparazione atletica nell’impianto Enrico Mattei. Tecnici e giocatori sono accorsi subito al sentire le grida che giungevano dalla spiaggia, dove hanno allontanato il branco. Circa mezz’ora dopo la prima aggressione il branco ha tentato un altro attacco ai danni di due persone, padre e figlio, intenti a passeggiare sulla battigia, momento questo, che è stato colto dalla nostra telecamera. Anche in questo caso hanno scongiurato il peggio i tecnici del Gela Fc e i Carabinieri nel frattempo intervenuti. In mattinata il sindaco di Gela Lucio Greco si è recato in ospedale a far visita al bambino tedesca vittima dell’aggressione.

di Gianni Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.