TIROCINI FORMATIVI PER REINSERIRE I PERCETTORI DEL REDDITO DI CITTADINANZA NEL MONDO DEL LAVORO

TIROCINI FORMATIVI PER REINSERIRE I PERCETTORI DEL REDDITO DI CITTADINANZA NEL MONDO DEL LAVORO

Far svolgere o meno attività lavorative ai percettori del reddito di cittadinanza. Questo è stato un argomento discusso a lungo e in molti comuni attraverso soluzioni creative si è tentato di creare quel tanto ricercato anello di congiunzione tra chi percepisce il rdc e il mondo del lavoro. Il Comune di Gela ha deciso di muoversi trasversalmente partendo dallo sviluppo delle competenze da migliorare mediante tirocini formatici ad hoc. E’ questo l’obiettivo del Distretto Socio Sanitario n.9 che, con capofila Gela, riunisce i comuni di Butera, Mazzarino e Niscemi. La dotazione finanziaria per tali tirocini è di oltre 160 mila a valere sulla quota del fondo povertà 2018, per un totale di 85 tirocini. Gli enti promotori avranno il compito di pubblicizzare la misura e di coinvolgere, con la stipula di apposite convenzioni, le aziende che dal loro canto dovranno ospitare i tirocinanti. Per loro è previsto un rimborso di mille euro a tirocinio. I tirocini saranno aperti ai percettori del reddito di cittadinanza presi in carico dai servizi sociali e firmatari del patto di inclusione residenti nelle aree di riferimento, che potranno beneficiare di 3 mesi di formazione on the job in aziende per orientarsi, riqualificare le proprie competenze e rientrare a pieno titolo nel mercato del lavoro, avvantaggiati, inoltre, da un’indennità mensile vincolata all’effettiva partecipazione al tirocinio fino alla sua conclusione. L’istanza di partecipazione, corredata di tutta la documentazione ed indirizzata al Comune di Gela, deve pervenire all’ente entro le ore 12:00 del giorno 17/08/2022 per posta elettronica certificata alla seguente casella pec: comune.gela@pec.comune.gela.cl.it.

di Stefano Blanco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.