DA MESI SENZA ACQUA PER LAVARSI SI RECA ALLE DOCCE PUBBLICHE PER I BAGNANTI

DA MESI SENZA ACQUA PER LAVARSI SI RECA ALLE DOCCE PUBBLICHE PER I BAGNANTI

I disagi dovuti alla mancanza d’acqua a Gela non mancano mai ma ci sono famiglie che col passare dei mesi vedono sempre più aggravarsi questo atavico problema. È il caso per esempio della famiglia ardore con a capo Emanuele ardore ultrasessantenne che da mesi fa i Conti con una distribuzione altalenante che con l’arrivo dell’estate si è praticamente fermata. Il signor ardore e la moglie vivono in un piccolo condominio in via generale Cascino insieme alla famiglia del figlio e ad altre 4 nuclei familiari e per colpa di un allaccio sbagliato di ben sei contatori in un unica piccola condotta a queste sei famiglia l’acqua arriva col contagocce. La cosa paradossale è che l’acqua ci sarebbe come dimostrato dai vicini a cui la distribuzione è garantita h24. Questo fa ancor di più imbestialire la famiglia a cui di recente sono arrivate le gravose bollette che superano i 200€ senza che però nessuno nel condominio abbia ricevuto una goccia d’acqua. I trasporti d’acqua dei privati l’unica soluzione ma sono costosi e l’acqua va centellinata ecco perché il signor ardore non si vergogna ad ammettere che da qualche mese ormai va a lavarsi nelle docce dei lidi in spiaggia.

di Stefano Blanco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.