GLI ADDII DI COLLURA E FILIPPINO POTREBBERO PORTARE ALLA PERDITA DI IMPORTANTI FINANZIAMENTI

GLI ADDII DI COLLURA E FILIPPINO POTREBBERO PORTARE ALLA PERDITA DI IMPORTANTI FINANZIAMENTI

La carenza di organico inizia a colpire anche gli uffici di Palazzo di Città. Dopo l’addio del dirigente Collura anche il suo sostituto ad interim, Fabio Filippino, pare voglia dare le dimissioni. L’architetto Antonino Collura dopo una proroga di due anni del suo contratto e dopo essersi occupato di settori nevralgici come quello ai lavori pubblici con la gestione di canali di finanziamento importanti come “Agenda Urbana”, lo scorso 18 luglio vedeva il suo contratto andare in scadenza senza essere rinnovato a causa della mancata approvazione in bilancio. Negli scorsi mesi Collura aveva paventato più volte le dimissioni a causa dell’eccessivo carico di lavoro anche per questo motivo ha atteso placidamente che arrivasse la scadenza. Adesso però la poltrona che sembrava dover passare all’ingegnere Fabio Filippino potrebbe nuovamente rimanere scoperta rischiando di far rallentare così l’intero settore e di far saltare importanti finanziamenti. Sembrerebbe che Filippino dopo aver inizialmente accettato l’incarico non sia riuscito a trovare una giusta intesa con il primo cittadino e ritrovandosi a dover gestire più di un settore contemporaneamente abbia minacciato le dimissioni anche se non immediate. Nonostante gli assessori Morselli e di Stefano seguano direttamente i settori in passato di competenza di Collura e poi di Filippino, senza un dirigente e considerando la carenza di funzionari e tecnici potrebbero ritrovarsi in serie difficoltà mettendo a rischio per esempio anche “Agenda Urbana” nonostante i recenti vertice con la regione che avevano fatto emerge un quadro tutto sommato positivo. Questo spaventa anche il comitato civico di Gela brainstorming. Se Filippino dovesse dimettersi, l’unico dirigente a disposizione dell’Amministrazione sarebbe l’architetto Emanuele Tuccio ormai vicino al pensionamento. La soluzione potrebbe essere accelerare per ottenere l’approvazione del bilancio di previsione, che consentirebbe di rimettere mano al rapporto con Collura e di provare ad avviare le procedure per un ulteriore dirigente.

di Stefano Blanco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.