Caruso: “Forse lascio. Per far bene bisogna seguire le idee e non gli ideali”

Caruso: “Forse lascio. Per far bene bisogna seguire le idee e non gli ideali”

Il neo consigliere comunale Giuseppe Caruso, subentrato in Fratelli d’Italia per le dimissioni di Sandra Bennici, potrebbe gettare la spugna.

Le sue scelte sarebbero solo di carattere familiare e lavorativo. Sta combattendo infatti fra situazioni organizzative che vuole provare a risolvere a Viggiano, dove risiede e lavora. Sebbene abbia l’appoggio della famiglia ed una grande voglia di contribuire al bene della città di Gela, conciliare impegni precedentemente assunti,  da tutto il nucleo familiare, non gli è semplice.

Certo è che lavorerà alle prossime sedute di Consiglio Comunale dando il proprio contributo su temi importanti, quali quello che discuterà del  “termovalorizzatore”, programmato a fine mese. Argomenti che non hanno colore politico ma solo una “veste” comunitaria. Punti che fanno sentire il consigliere “indipendente” da posizioni di partito e che rafforzerebbero qualsiasi casacca, se trattati con consapevolezza, a prescindere dall’appartenenza.

Caruso, quando nel 2019 si candidò nelle fila di Fratelli d’Italia ne condivise gli ideali. Non fu eletto per pochi voti ma oggi, a distanza di tre anni, gli si è presentata la possibilità di coronare quel sogno di agire per il bene della sua città.

Molto conosciuto in tutti gli ambienti, specialmente quelli produttivi ed imprenditoriali, Caruso sa di poter riversare la propria pragmaticità anche nel contesto politico. E’ consapevole  che per far bene bisogna seguire le idee e non gli ideali.

Dunque ora lo attende un periodo di riflessione che lo porterà a decidere se rinunciare allo scranno o stravolgere la propria vita, anche a costo di cambiar casa o casacca, purché si facciano gli interessi dei cittadini di  Gela. Entro agosto renderà note le sue decisioni e motivazioni.

di Attilio Vindigni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.