L’ASSESSORE GNOFFO APRE AL DIALOGO MA LE SUE PROPOSTE NON CONVINCONO AL 100% LE LAVORATRICI

L’ASSESSORE GNOFFO APRE AL DIALOGO MA LE SUE PROPOSTE NON CONVINCONO AL 100% LE LAVORATRICI

Continua il sit-in di protesta delle lavoratrici della refezione scolastica. La Filcams – Cgil tramite il segretario provinciale Nuccio corallo, da tempo chiede una programmazione a lungo termine per quanto riguarda la refezione che durante gli anni di pandemia è stata stoppata per poi ripartire la scorsa primavera per poco più di qualche mese. Adesso ad anno scolastico ormai terminato, lavoratrici e sindacato chiedendo maggiori garanzie dall’Amministrazione Comunale per quanto riguarda l’anno scolastico 2022/2023. La notizia, in particolare, di una somma di denaro destinata alla refezione scolastica nel comune di Caltanissetta pari a 3mln di euro, che aiuterà a finanziare i prossimi tre anni, ha fatto imbestialire dipendenti e sindacato che lamentano una scarsa programmazione qui in città. L’assessore di riferimento Nadia Gnoffo in questi giorni ha aperto più volte al dialogo con soluzioni che vanno nella direzione di un rinnovo ma che non hanno convinto al 100% le lavoratrici. Il confronto in questi giorni è proseguito arrivando anche a toni aspri come stamattina, quando la protesta si è spostata all’interno del municipio. Il segretario corallo, dalla sua ha deciso di prendere posizione dichiarando di non voler strumentalizzare la battaglia delle lavoratrici ma al contempo di non voler arretrare affinché non sarà garantito un servizio di refezione scolastica per almeno i prossimi tre anni. Adesso la palla passa all’Amministrazione Comunale che dovrà prendere delle decisioni importanti per un servizio che sicuramente aiuta molte famiglie e per un futuro occupazionale come quello delle lavoratrici della refezione scolastica che si spera non venga preso sotto gamba come già successo in passato.

di Stefano Blanco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.