GELOI PROTAGONISTA PER IL CICOGNA DAY CON ATTIVITÀ PER I PIÙ PICCOLI MA ANCHE MUSICA E POESIE

GELOI PROTAGONISTA PER IL CICOGNA DAY CON ATTIVITÀ PER I PIÙ PICCOLI MA ANCHE MUSICA E POESIE

Oltre 300 coppie di cicogna bianca sono impegnate in queste settimane, nel nostro paese, nella delicata fase della nidificazione. Con lo scopo di sensibilizzare alla tutela di questa specie, tra le più conosciute e amate dal pubblico sono stati istituiti i cosiddetti cicogna days, speciali eventi realizzati in tutta Italia tra maggio e Giugno utili per osservare da vicino con gli esperti e senza disturbare, i luoghi dove nidifica la cicogna bianca. Anche la Lipu di Niscemi insieme al centro di educazione ambientale ha organizzato una giornata dedicata a questi splendidi volatili. L’oasi di Geloi Wetland si è fatta, dunque, cornice perfetta, lì dove da più di cinque anni Manuel, Davide, Deborah e tutti i volontari della cea stanno cercando di recuperare vecchie zone a rischio desertificazione per trasformarle in foresta e acquitrini Capaci di accogliere tanta biodiversità che rischiava di scomparire. Ad oggi Geloi conta circa 80 ettari di aree protette per fare un paragone si tratta di oltre 90 campi da calcio che in passato rischiavano di diventare dune di sabbia ma che oggi rivivono rigogliose. E rivivono anche grazie ad eventi come i cicogna days che hanno portato all’oasi centinai di curiosi e amanti della natura, tra i protagonisti sicuramente i giovani scout dei principali gruppi di scoutismo di Niscemi che la mattina hanno partecipato alla trash challenge ovvero una gara a premi a chi raccoglieva più rifiuti. Il pomeriggio degustazioni per i più grandi che hanno potuto assaporare prodotti di un agricoltura sostenibile come i carciofi del gruppo Slow-Food terre del Maroglio. E infine per i tanti visitatori uno spettacolo intriso di poesia con questo meraviglioso pianoforte immerso nella natura suonato magistralmente dal maestro Davide meli e con le poesie recitate dai componenti del collettivo 7.20, Cristina di Pietro e Sergio loggia.

di Stefano Blanco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.