GELA, CONTINUA LA LOTTA PER LA VERITÀ DEI GENITORI DI LUIGI MESSINA MORTO SEI ANNI FA A SOLI 10 GIORNI

GELA, CONTINUA LA LOTTA PER LA VERITÀ DEI GENITORI DI LUIGI MESSINA MORTO SEI ANNI FA A SOLI 10 GIORNI

Norina e Giuseppe sono due genitori che da 6 anni lottano affinché venga fatta piena luce sulla morte di Luigino deceduto a soli 10 giorni. Il loro calvario inizia quando il piccolo Luigi, nato prematuro da un parto gemellare, muore all’ospedale Garibaldi Nesima di Catania.  dopo il parto i medici si accorgono che qualcosa non va. Luigi aveva ancora il dotto di botallo aperto, cioè una sorta di valvola che serve al bimbo in grembo a ricevere ossigeno dalla mamma durante la gravidanza. Un problema che i medici provano a superare con una terapia farmacologica  per  disporre subito dopo un urgente intervento chirurgico chiedendo il supporto di un equipe specializzata dell’ospedale di Taormina. Tre giorni dopo, nonostante un secondo intervento disposto per cercare di riparare il riparabile, il piccolo Luigi muore e i genitori decidono di sporgere denuncia. Viene disposta una perizia. I genitori non ci stanno. La Procura chiede l’archiviazione ma Giuseppe e Norina si oppongono, depositano una denuncia per falso. La Procura, rigettata la richiesta di archiviazione, a quel punto dispone una nuova perizia. La Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per i medici ritenuti responsabili della morte di Luigi. C’è rabbia. Norina e Giuseppe vogliono che a pagare siano anche i medici che operarono Luigino e non solo i consulenti che li volevano praticamente discolpare.  la lotta continua.

di Graziano Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.