SPORT, APPUNTAMENTO PROMOZIONE RINVIATO PER IL FUTSAL CHE SI GIOCA TUTTO NELLO SPAREGGIO CONTRO LO SCICLI

SPORT, APPUNTAMENTO PROMOZIONE RINVIATO PER IL FUTSAL CHE SI GIOCA TUTTO NELLO SPAREGGIO CONTRO LO SCICLI

Grande Vittoria e soprasso per il Futsal Gela che ha combattuto con le unghie e con i denti sabato contro il Futsal Ferla riuscendo a portare a casa i tre punti che valgono il primo posto in classifica all’ultima giornata. Primato che, tuttavia, non vale la promozione, almeno per adesso, perché ad un ottantina di km di distanza lo Scicli Sporting Club è riuscito a battere il Campobello portandosi così a 52 punti gli stessi del Gela. Primato condiviso, dunque, e urlo di gioia strozzato in gola. La partita per il Gela non era cominciata nel migliore dei modi con il Ferla che è passato in vantaggio due volte nonostante il temporaneo pareggio siglato da Brasile. Allo scadere del primo tempo il gol di mammano su tiro libero ha donato nuova linfa ai biancocelesti che sono tornati in campo con un atteggiamento diverso. Secondo tempo in controllo e gol del 3 a 2 che non si è fatto attendere questa volta da parte di marchese. Nel finale due episodi decisivi, prima una grossa opportunità da tiro libero con il gelese Di Bartolo che si fa parare il tiro dal portiere avversario. Subito dopo fallo ingenuo e tiro libero anche per il Ferla che ha l’opportunità di agguantare un pareggio che, tuttavia, avrebbe proclamato lo Scicli vincitore, ma Rodoti, il portiere biancoceleste para incredibilmente. I gelesi festeggiano già ma l’arbitro fa ribattere il tiro a causa di una dubbia infrazione, momenti di tensione, il tiro viene parato nuovamente da un super Rodoti, l’arbitro fischia la fine e parte la festa di squadra e tifosi. L’appuntamento promozione è, dunque rimandato, lo spareggio contro lo Scicli diventa l’ultimo ostacolo, la partita si terrà in campo neutro e in data ancora da definirsi. Ma una cosa è certa se contro la squadra ragusana, il quintetto gelese metterà in campo la stessa grinta dimostrata contro il Ferla, nulla per la squadra di mister Fecondo è impossibile.

di Stefano Blanco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.