GIORNI CRUCIALI PER LA CORSA AL QUIRINALE MENTRE IL M5S CONFERMA LE SCHEDE BIANCHE

GIORNI CRUCIALI PER LA CORSA AL QUIRINALE MENTRE IL M5S CONFERMA LE SCHEDE BIANCHE

Sono giorni cruciali per l’elezione del Presidente della Repubblica, a Montecitorio si è giunti ormai al terzo voto e dopo le fumate nere di lunedì e martedì sono entrate nel vivo anche le trattative tra i partiti. La novità del giorno, che in un certo senso molti si aspettavano, ma rimane ugualmente una sorpresa, è l’autocandidatura del Premier in carica Mario Draghi. L’ex presidente della Banca centrale europea ha dichiarato in conferenza stampa che non disdegnerebbe il ruolo di presidente della Repubblica generando diverse domande a partire da quella riguardante il suo ruolo di primo ministro, molti si chiedono, infatti, chi prenderebbe il suo posto come Premier. Il centro destra sembra avere idee frammentarie con Salvini che ha dichiarato di essere pronto a incontrare tutti gli esponenti dei partiti compreso l’ex Premier Giuseppe Conte. Ma anche il centro sinistra sembra non avere le idee chiare e si prepara ad un altro giorno di schede bianche così come il M5S. Intanto negli scorsi giorni è nata una polemica dovuta ai vari nomi “non molto politici” che sono venuti fuori, tra i tanti figuravano personaggi pubblici come Amadeus o Bruno Vespa ma anche atleti e personaggi vicini al mondo dello sport come Dino Zoff o Roberto Mancini. Si tratta di dinamiche politiche che si sono sempre verificate ma a cui è difficile abituarsi e nel periodo complicato che stiamo vivendo, questo tipo di atteggiamento potrebbe allontanare ancora di più i cittadini dalla politica.

di Stefano Blanco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.