GELA VICINO A QUOTA TREMILA POSITIVI SI COLORA DI ARANCIONE E SARÀ’ ATTIVATA LA DAD

GELA VICINO A QUOTA TREMILA POSITIVI SI COLORA DI ARANCIONE E SARÀ’ ATTIVATA LA DAD

Al termine di una giornata di incontri e interlocuzioni Gela si è colorata di arancione. Il provvedimento lo ha firmato il presidente della Regione Nello Musumeci. La richiesta era partita dall’ASP e dal sindaco Lucio Greco. Troppo alti i numeri e con i vecchi parametri Gela sarebbe già in zona rossa. Neanche il rilancio della campagna vaccinale ha potuto evitare le restrizioni. L’ultimo bollettino è inquietante e segna: 451 nuove positività in isolamento domiciliare, due morti, sei ricoveri in degenza ordinaria un nuovo accesso in terapia intensiva, mentre un paziente ha lasciato la rianimazione. Con 127 guariti ora il totale dei positivi sfiora quota 3000: sono 2907 infatti i gelesi in isolamento e 33 quelli ricoverati. In Sicilia altri 42 comuni sono stati dichiarati zona arancione, tra cui Caltanissetta. Il provvedimento resterà in vigore fino al prossimo 12 gennaio. Nel frattempo continua il braccio di ferro tra stato e regioni in merito alla riapertura delle scuole. Musumeci vuole chiuderle in tutta la Regione, che è gialla, ma non può. In zona arancione invece i sindaci possono firmare un’ordinanza comunale, così come farà il sindaco Lucio Greco. Sarà avviata la didattica a distanza per ogni ordine e grado per almeno due settimane. Rispetto all’anno scorso le regole della zona arancione sono cambiate, soprattutto per i vaccinati. In sostanza servirà il super Green Pass, ottenuto soltanto tramite la vaccinazione, per svolgere gran parte delle attività. Il certificato rafforzato servirà per la ristorazione al chiuso e all’aperto. Un non vaccinato non potrà dunque sedere a tavoli di bar, ristoranti, pizzerie e neanche consumare un caffè al banco. Prima in zona arancione non si poteva uscire dal proprio comune. La regola decade per i vaccinati, mentre chi non si è ancora immunizzato potrà lasciare Gela soltanto per motivi di lavoro, salute o necessità con autocertificazione alla mano. Inoltre si potrà accedere in strutture sanitarie solo con tampone negativo o terza dose. In ogni caso dal 10 gennaio le regole della zona arancione si unificheranno con quelle del nuovo decreto. Il super Green Pass servirà anche per i servizi alberghieri, le palestre, le piscine, i centri commerciali nei festivi e prefestivi, musei, cinema e teatri.

di Graziano Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.