TAGLIO 33 MLN, GRECO: “HO TROVATO CARTA STRACCIA, MEDIATO CON REGIONE E FATTO RICORSO, E GLI ALTRI?”

TAGLIO 33 MLN, GRECO: “HO TROVATO CARTA STRACCIA,  MEDIATO CON  REGIONE E FATTO RICORSO, E GLI ALTRI?”

Il definanziamento da 33 milioni di due anni fa per il sindaco è sempre stato un tasto politico dolente. Gli è Costato scontri con la maggioranza, l’opposizione e ora che il CGA ha legittimato la scelta della Regione la minoranza, specie il Pd, pretende che Greco prenda una posizione netta scegliendo da che parte stare. Gli chiedono di allontanarsi dai nemici della città che hanno scippato fondi importanti. Si perché tra le fila della maggioranza del sindaco ci sono ben 2 partiti che sostengono Musumeci all’ars, Udc e Forza Italia, complici in senso lato, secondo i Dem, del maxi taglio. C’è poi chi rimprovera il primo cittadino per aver presentato ricorso al CGA e non al tar. Dopo un botta e risposta tra i referenti locali del Pd e di Diventerà Bellissima, Greco chiarisce la propria posizione. Sul maxi definanziamento Greco fa una sorta di passo indietro. La sua Giunta si è insediata appena sei mesi prima e ha trovato i progetti incompleti. Dopo la delibera regionale i lavori pubblici hanno comunque provato a completarne qualcuno, recuperando poco più di un milione. Il sindaco punta il dito contro chi oggi lo critica ma in passato ha governato trascurando le stesse progettazioni.

di Graziano Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.