È GELESE IL LATITANTE FRA I 164 FURBETTI DEL REDDITO DI CITTADINANZA SCOVATI DALLA GUARDIA DI FINANZA

È GELESE IL LATITANTE FRA I 164 FURBETTI DEL REDDITO DI CITTADINANZA SCOVATI DALLA GUARDIA DI FINANZA

Percepiva il reddito di cittadinanza ma era latitante dopo essere stato colpito da una misura di custodia cautelare. Si tratta di un gelese. Rientra tra i 164 furbetti che sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza alle procure di Caltanissetta e Gela nell’ambito di un’inchiesta nella quale sono state passate al setaccio le posizioni di molti beneficiari. Un lavoro svolto in collaborazione con l’Inps nel corso del quale le fiamme gialle hanno controllato la situazione reddituale di numerosi soggetti e dei loro familiari, , rilevando diverse irregolarità circa la legittima percezione del sostegno erogato come spiega il comandante provinciale della Guardia di Finanza Stefano Gesuelli.
Sono state oltre 200 le posizioni irregolari individuate. Avrebbero incassato illecitamente complessivamente oltre 1 milione e 300 mila euro. Gli inquirenti hanno chiesto il sequestro preventivo e segnalato all’Inps l’immediata revoca del beneficio evitando, così che ulteriori 756 mila euro indebitamente richiesti venissero riscossi da non aventi diritto. Tra loro c’era chi possedeva 30 immobili.
L’attenzione delle Fiamme Gialle si è concentrata prevalentemente sulla dichiarazione Sostitutiva Unica. Effettuati dei controlli incrociati con la banca dati a disposizione delle forze dell’ordine, è emerso che a beneficiare del reddito di cittadinanza, c’erano anche dei condannati per reati gravi o sottoposti a misure cautelari.

di Donata Calabrese

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *