MENTRE GRECO NON SI ESPRIME SU UN POSSIBILE SECONDO MANDATO L’OPPOSIZIONE BOCCIA LA “NUOVA GIUNTA”

MENTRE GRECO NON SI ESPRIME SU UN POSSIBILE SECONDO MANDATO L’OPPOSIZIONE BOCCIA LA “NUOVA GIUNTA”

Gela continua ad essere un laboratorio politico. In maggioranza si ritrovano a condividere un percorso  Forza Italia, Udc, Italia Viva e nuova Democrazia Cristiana. Un’alleanza premonitrice  per quello che potrebbe accadere tra un anno, quando i Siciliani saranno chiamati ad eleggere un nuovo governo regionale. Di certo qualcuno potrebbe sfruttare la posizione acquisita nella Giunta Greco per sostenere la volata all’ars. Il sindaco ieri non si è sbilanciato su un possibile secondo mandato e ha rivolto un appello anche all’opposizione chiedendo una sorta di tregua dai toni pacati. Il sindaco esce scottato dalle consultazioni avute negli scorsi giorni con Pd e M5S. Per l’ultima volta ha provato ad allargare le intese con forze di maggioranza nel governo nazionale ma senza risultati. Al contrario Dem e grillini hanno totalmente bocciato la crisi, l’obbiettivo che Greco si era prefissato, la nuova Giunta e le prospettive dell’avvocato. Con Pd e M5S alleati e già vincenti in Sicilia si prospetta una battaglia elettorale interessante. Le due forze correranno insieme sicuramente alle regionali e alle comunali fra due anni. Non è chiaro se si scontreranno con Lucio Greco, che in tanti  vedono vicino una candidatura regionale o nazionale. Appare poco amalgamato il centrodestra. Una parte è in maggioranza, l’altra all’opposizione con Gabriele Pellegrino e Salvatore Scerra e poi c’è la Lega che ultimamente sembra aver tagliato ogni tipo di rapporto politico con i compagni di minoranza. Anche il capogruppo Giuseppe Spata boccia totalmente Lucio Greco.

di Graziano Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *