DA OGGI GREEN PASS OBBLIGATORIO SUI LUOGHI DI LAVORO: TUTTO LISCIO E NESSUNA PROTESTA IN CITTÀ

DA OGGI GREEN PASS OBBLIGATORIO SUI LUOGHI DI LAVORO:  TUTTO LISCIO E NESSUNA PROTESTA IN CITTÀ

Da oggi scatta l’obbligatorietà del Green Pass sui luoghi di lavoro. Anche a Gela il day one è filato liscio. Nessun disordine fuori dalle piccole e grandi aziende. La Raffineria si è dotata di gazebo nei pressi dei tornelli. Questa mattina tutti i dipendenti erano in fila pronti ad esibire la certificazione verde o un tampone rapido negativo che potranno utilizzare per le prossime 48 ore. Sarebbero pochi i dipendenti Eni non ancora sottoposti alla vaccinazione, e stamattina comunque pare non ci sia stata nessuna protesta plateale, a parte quella di un sindacalista, subito rientrata. Enti pubblici e  si sono attrezzati per predisporre i controlli che dovranno essere eseguiti ogni mattina. Tutto liscio al tribunale di Gela con i metronotte pronti a scansionare i QrCode. Nessun disguido anche in diverse banche della città. Tutti assenti all’Inps, ma a causa di un’assemblea sindacale. Tutto è filato liscio anche a palazzo di città. Nelle scorse settimane si contavano circa 50 dipendenti privi di copertura vaccinale. Qualcuno, per non perdere la retribuzione giornaliera, ha scelto le ferie. Gli altri si sono presentati davanti i cancelli per sottoporsi ai controlli organizzati dal segretario generale Loredana patti. Sorprendente la percentuale di vaccinati fra i dipendenti della Ghelas multiservizi. Nessun disordine anche davanti il comando della Polizia Municipale. Pare che due agenti non vaccinati abbiano scelto le ferie mentre qualcuno ha esibito il test rapido. Tutto regolare anche per le piccole attività commerciali della città. Tutti vaccinati in un noto negozio di elettronica di via Niscemi e anche in diversi negozi di abbigliamento, nonchè bar del centro storico. Chi non è in possesso del Green Pass non può recarsi a lavoro e ogni giorno di assenza è considerata ingiustificata. Lo stipendio viene sospeso fin dal primo giorno di assenza ma non si può essere licenziati. Le sanzioni per chi è senza pass sul posto di lavoro vanno da 600 a 1. 500 euro mentre il datore di lavoro che non controlla incorre in una sanzione da 400 a mille euro. L’obbligo di Green Pass a lavoro non si applica a chi non può vaccinarsi per la propria condizione medica.

di Graziano Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *