CRISI DI MAGGIORANZA, PER LA NUOVA GIUNTA SI PUNTA AD UN RITORNO ALL’ORIGINE: FUORI UDC E ITALIA VIVA?

CRISI DI MAGGIORANZA, PER LA NUOVA GIUNTA SI PUNTA AD UN RITORNO ALL’ORIGINE: FUORI UDC E ITALIA VIVA?

La crisi politica aperta dal sindaco è tutt’altro che superata. Dopo l’azzeramento della Giunta la maggioranza è tornata a riunirsi ieri. Quattro ore di confronto non sono bastate a trovare la quadra. Questa volta c’erano anche Forza Italia e Udc, che avevano definito la scelta del sindaco inaspettata. Sono ancora tanti gli angoli da smussare, si inizia però a delineare l’assetto politico che potrebbe assumere la nuova Giunta. Durante il vertice di ieri si è ribadita l’esigenza di tornare al modello originale del progetto che portò Greco alla vittoria delle elezioni. Ogni posto ricoperto in Giunta deve essere espressione del Consiglio Comunale. Non a caso sono proprio i civici a spingere affinché il riassetto politico parta dagli accordi preelettorali, insieme a Forza Italia. Ci sarebbe l’apertura anche di Liberamente, che in fondo include anche un pezzo di un’altra Gela, con l’ex componente Grisanti. Ieri gli animi erano tesi. Se per le nuove nomine  il sindaco confermasse il modello politico basato sulle rappresentanze in consiglio, resterebbero fuori quei partiti che non hanno condiviso la campagna elettorale con Greco, cioè Italia Viva e Udc. Ieri di fatti i rappresentati dei renziani e i Democristiani si sono fatti sentire. Malluzzo in effetti si era già chiamato fuori dalla Giunta due settimane fa. L’Udc non arretra, e punta alla riconferma di Danilo Giordano. Secondo questa logica anche Peppe Licata, ora confluito in Democrazia Cristiana, resterebbe fuori nonostante sia molto vicino al Vincenzo cascino, da poco unitosi a un’altra Gela. Ieri anch’esso, insieme a Italia Viva, ha lasciato anticipatamente il vertice di maggioranza. A questo punto Greco porrebbe avere ampio spazio di manovra, puntando alla riconferma di Gnoffo, Di Stefano e Liardi. Se i malcontenti per Forza Italia pare siano rientrati, per Greco Udc e Italia Viva restano nodi politici da scogliere. In queste ore Greco starebbe interloquendo ancora con Italia Viva. Il sindaco ha promesso una rapida risoluzione della crisi, ed escluse ipotesi larghe intese con Pd e M5S, potrebbe premiare i fedelissimi, a partire da Una Buona Idea.

di Graziano Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *