ARTE GRECA, DALLO STUDIO AL PERFEZIONAMENTO, GRAZIO MEZZASALMA SOGNA IL RITORNO DEI REPERTI IN CITTA

ARTE GRECA, DALLO STUDIO AL PERFEZIONAMENTO, GRAZIO MEZZASALMA SOGNA IL RITORNO DEI REPERTI IN CITTA

Non troppo tempo fa si è raccontato ai nostri microfoni grazio Mezzasalma conosciuto come il vasaio di Gela. Grazio che di lavoro fa l’impiegato precario del Consorzio Di Bonifica, nel corso della sua vita, spinto da un’incredibile passione per l’archeologia, ha studiato spontaneamente la storia e le tecniche pittoriche dell’antica Grecia fino ad arrivare al punto da poter realizzare copie di vasi antichi ritrovati proprio qui a Gela. Copie così vicine agli originali che, come ci racconta lo stesso grazio in passato hanno messo in confusione persino gli archeologi. Adesso il vasaio sostiene di essere arrivato all’apice massimo della sua tecnica e dopo aver realizzato innumerevoli opere con le più disparate tecniche di coloratura e rifinitura chiede che il suo lavoro non vada dimenticato e che magari venga raccolto e mostrato alla popolazione. Grazio desidera innanzitutto che la sua vita dedicata con tanta passione a questa antica arte non sia stata vana ma soprattutto vuole riportare in città le opere ritrovate qui nel sottosuolo gelese e che adesso sono sparse nei musei di mezza Europa, attraverso le sue fedelissime copie.

di Stefano Blanco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *