NEUROLOGIA TORNA A REGIME, CALTAGIRONE: “NESSUNA ATTIVITA’ SPOSTATA , NON C’E’ RISCHIO INFEZIONE”

NEUROLOGIA TORNA A REGIME, CALTAGIRONE: “NESSUNA ATTIVITA’ SPOSTATA , NON C’E’ RISCHIO INFEZIONE”

La direzione sanitaria dell’ASP di Caltanissetta chiamata a raccolta per salvare la neurologia del Vittorio Emanuele. Questa mattina durante un incontro sono state tracciate le linee guida che terranno in vita il reparto. In realtà già lo scorso venerdì era stato firmato un documento, ma ieri non sono ripartite ne le attività ambulatoriali, qualche paziente si è pure rivolto ai Carabinieri, e  né al Vittorio Emanuele si sono viste le figure provenienti dal Sant’Elia di Caltanissetta. Figure che supporteranno la dottoressa Verniccio in attesa che l’ASP assumi nuovi neurologi. Il direttore generale Alessandro Caltagirone ha garantito la totale efficienza del reparto. I medici arriveranno al Vittorio Emanuele già domani. In questo modo tutte le attività ambulatoriali dovrebbero essere espletate a Gela. Il documento dello scorso venerdì parlava di uno smistamento al 50% con Caltanissetta. Inoltre per i pazienti ricoverati in reparto non dovrebbe esserci il rischio infezione, considerato che la guardia attiva la faranno medici della medicina  con una turnazione staccata dal reparto Covid-19. Intanto, dopo le dimissioni del dottor Giuseppe Nibali,   l’ASP conta di potenziare il reparto grazie al reclutamento di nuovi professionisti.

di Graziano Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *