AL VIA L’ANNO SCOLASTICO, IL TERZO NELL’ERA COVID TRA MASCHERINE, DISTANZIAMENTO E GREEN PASS

AL VIA L’ANNO SCOLASTICO, IL TERZO NELL’ERA COVID TRA MASCHERINE, DISTANZIAMENTO E GREEN PASS

Zaino in spalla, mascherina indossata, in fila braccio allungato per mantenere un metro di distanza. Così inizia l’anno scolastico per migliaia di studenti Siciliani. È il terzo dell’era Covid-19. La macchina organizzativa è ormai rodata, e oggi forse davvero la scuola può ritenersi uno dei luoghi più sicuri, grazie anche all’elevata percentuale di personale vaccinato che supera il 90%. Il Ministro bianchi è stato chiaro, niente didattica a distanza. Potranno disporla i dirigenti solo in caso di situazioni critiche. Per molti istituti le attività sono iniziate ieri. Il don Bosco, diretto da Rosalba Marchisciana, ha anticipato i tempi grazie al piano estate. Anche quest’anno è confermato l’utilizzo della mascherina per alunni e personale. Esenti disabili e bimbi da 0 a 6 anni. Potranno evitare di tenerla tutti gli alunni di una classe che hanno completato il ciclo vaccinale. In caso focolai la sospensione delle attività didattiche può essere disposta, dal presidente della Regione o del sindaco in caso di “zone Arancioni” o “zona rosse”. Ci sarà un monitoraggio con la possibilità di vaccinare all’interno delle scuole per studenti e operatori e Saranno impiegati tamponi salivari. Ricambio dell’aria sarà assicurato  aprendo le finestre. Ma sono anche stati stanziati fondi che  le scuole possono autonomamente decidere di investire nell’installazione di impianti di filtraggio. Cambiano i tempi delle quarantene. Per i vaccinati i giorni di isolamento scendono a 7. Qualcuno già prevede disagi per quelle classi in cui  cui una parte è vaccinata un’altra no, con periodi di quarantene diversi per i ragazzi. Infine l’esibizione del Green Pass sarà richiesta ai soggetti esterni che vorranno fare ingresso a scuola. Per docenti e collaboratori il ministero ha messo a disposizione un portale semplice, che permette ai dirigenti di controllare la validità della certificazione verde  ogni mattina . Di certo c’è che gli alunni dopo mesi trascorsi dietro a tablet e pc si sono ritrovati riscoprendo il piacere della convivialità tra gli ambienti scolastici.

di Graziano Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *