PREFETTURA CONFERMA RITARDI SUL PORTO, GRECO: “AMAREGGIATI, LOREFICE: “TOTALE INEFFICENZA REGIONE”

PREFETTURA CONFERMA RITARDI SUL PORTO, GRECO: “AMAREGGIATI, LOREFICE: “TOTALE INEFFICENZA REGIONE”

Le ipotesi delle scorse settimane sono state confermate anche dal Prefetto di Caltanissetta Chiara Armenia. Il porto di Gela è destinato a rimanere ostaggio della burocrazia per almeno altri otto mesi. Durante l’incontro di ieri a cui ha hanno preso parte anche rappresentati della Regione e di Ispra, arpa e ministero dell’ambiente è stato confermato che sono scaduti i termini relativi alla caratterizzazione delle sabbie. I parametri sulla tossicità delle sabbie del porto di Gela, infatti, avevano una validità ben precisa. Il Prefetto e il sindaco Lucio Greco hanno proposto, onde evitare che scenari simili si ripetano in futuro, di riunirsi una volta al mese per fare il punto sui progressi e sugli eventuali problemi da risolvere per sbloccare l’iter, proposta  accolta all’unanimità. Amareggiati i membri del comitato per il porto di Gela, che non hanno più neanche la forza di commentare.  per il senatore gelese del movimento cinque stelle Pietro Lorefice i ritardi rappresentano l’inefficienza della Regione Siciliana. Per tre anni si è parlato di caratterizzazione delle sabbie, per tre anni sono arrivate promesse e impegni ben precisi dalla Regione. Ad oggi è certo però che prima dei prossimi almeno due anni i lavori non partiranno.

di Graziano Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *