L’INGEGNERE CASSARÀ VALUTERÀ CONDIZIONI DI PARTE DEL “SOLITO”, SI ACCENDE LA SPERANZA DEL COMITATO

L’INGEGNERE CASSARÀ VALUTERÀ CONDIZIONI DI PARTE DEL “SOLITO”, SI ACCENDE LA SPERANZA DEL COMITATO

Era un’investimento la cui realizzazione, specie per i sindacati, si attendeva dal 2014. Argo Cassiopea, perno dell’accordo di programma arrivato dopo la riconversione di sette anni fa, è pronto a decollare. Il settore dello sviluppo economico ha ultimato tutte le procedure. Era l’ultima fase dell’iter autorizzativo. Nel corso degli anni non sono mancate le controversie, specie per il rilascio della via per la quale i sindacati due anni fa erano pronti a manifestare a Roma. Le stesse sigle hanno sempre seguito con attenzione ogni passo. Il progetto prevede che il gas estratto dai campi argo e Cassiopea sia inviato tramite  ad un nuovo impianto di trattamento e compressione  all’interno della raffineria di Gela. È un investimento che richiederà tanta mano d’opera. Eni ha già pubblicato la via in gazzetta ufficiale. Le carte a palazzo di città sono arrivate a marzo del 2021  e  il rilascio dell’autorizzazione comunale in tempi record permetterà l’inizio dei lavori. Non è stato semplice per il settore seguire l’iter, fra complicazioni e anche scontri di vedute fra dirigente e assessore, ma alla fine il provvedimento è arrivato. Fondamentale l’inclusione della Lipu, che ha rilasciato il proprio parere sulla scorta di alcune prescrizioni, accolte dal comune, che comunque andranno attuate ma non vincoleranno l’inizio dei lavori. Soddisfatto il sindaco Lucio Greco. Secondo il primo cittadino la collaborazione con Eni si fa sempre più proficua e  Argo-Cassiopea insieme alle ultime buone nuove sulla portualità renderanno Gela un polo energetico d’eccellenza.

di Graziano Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *