SCATTI E POESIE IN MOSTRA IN VICO INGURGO PER RAPPRESENTARE “IL VOLTO DELL’ISTERIA”

SCATTI E POESIE IN MOSTRA IN VICO INGURGO PER RAPPRESENTARE “IL VOLTO DELL’ISTERIA”

Un viaggio fotografico per rappresentare il volto dell’isteria a 360 gradi. Il suggestivo vico ingurdo, grazie alla collaborazione dell’attività commerciale che li insiste, ha fatto da cornice a  scatti e poesie delle 17enni Chiara Mucciarella ed Elisea Romano, due giovani studentesse del liceo delle scienze umane, che hanno così voluto rappresentare il mondo dell’isteria e dei disturbi mentali. Le foto posizionate in sequenza per  un viaggio che inizia dalle origine di quella che prima era definita una  patologia e che finisce per rivelare il volto dell’isteria grazie ad un suggestivo scatto. Fotografie significative, a tratti forti capaci di far riflettere e abbattere taboo sul ruolo dell’uomo e della donna cambiato nel tempo. L’iniziativa che in vico ingurdo ha richiamato centinaia di giovani è stata sostenuta dal rotaract di Gela, presieduto da Roberta rizzo.

di Graziano Amato

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *