TROPPE CRITICITA’ AL PUNTO VACCINALE OSPEDALIERO DI GELA, SENOLOGIA A RISCHIO CONTAMINAZIONE

TROPPE CRITICITA’ AL PUNTO VACCINALE OSPEDALIERO DI GELA, SENOLOGIA A RISCHIO CONTAMINAZIONE

Il centro vaccinale attualmente sistemato al 2 piano del Vittorio Emanuele continua  a far discutere. Alcune criticità le aveva già esposte la CGIL in documento a firma dei segretari giudice e moncava. In effetti un po’ di confusione c’è  al nosocomio di via palazzi, che doveva ospitare soltanto la prima fase della vaccinale e riguarda soprattutto i percorsi che gli over 80 devono fare per arrivare al centro vaccinale. Gli over 80 vengono registrati in un elenco, gli viene misurata la temperatura, ma non eseguono nessun test rapido e durante il percorso che li porta al 2 piano incrociano il  personale sanitario ma soprattutto i pazienti che devono far accesso alle stanze della senologia. Il rischio che qualche over 80 sia asintomatico c’è, e questo impaurisce le pazienti spesso già affette da patologie,   che attendono ore nel reparto senologia. Sulla questione è intervenuto il segretario provinciale del partito democratico Peppe Di Cristina. Il pd si è scagliato contro il governo regionale sui ritardi della campagna vaccinale dedicata ai disabili, ai più fragili e agli insegnanti. Tanti sono gli interrogativi, poche le risposte. Anche oggi abbiamo provato a contattare l’ASP  senza risultati. Era stato individuato un centro vaccinale all’ex mattatoio ma ad oggi pare non sia ancora pronto. Il ministero ha invece stoppato le vaccinazioni astrazeneca agli insegnanti a causa di un ritardo nella consegna degli elenchi da parte dello stesso ministero che ha chiesto  di non iniziare la vaccinazione dei docenti under 55 facendo ricorso a elenchi stilati in Sicilia perchè sarà il governo nazionale a fornire i nomi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *