Non c’è pace per le famiglie che sono costrette a vivere una situazione indegna al cimitero Farello dove decine di bare sono parcheggiati nella camera mortuaria in attesa di una degna sepoltura. Quelle povere famiglie che hanno sofferto perché vissuto una tragica vicenda personale legata alla scomparsa del proprio caro e che vengono a piangere con una doppia sofferenza. Il proprio defunto non ha ancora la pace che si merita, o che riposa per sempre all’interno di una stanzina. Una situazione che colpisce i cuori e trafigge l’anima delle famiglie, come questa famiglia che ha chiamato la nostra redazione, o questa povera donna che ha visto andar via, la figlia e la sorella. Uno strazio, una tragedia captare nei loro volti e leggere nei loro occhi tanto dolore e tanta sofferenza per dare la giusta dignità all’eterno riposo dei morti. D’altro canto, stando all’ultimo confronto avvenuto in aula consiliare, Comune, confraternite, sindacati e associazioni insieme per risolvere il problema della mancanza di loculi nei cimiteri.  Una parte delle confraternite ha accettato la proposta del Sindaco Lucio Greco. L’accordo prevede la possibilità per il Comune di avere in comodato d’uso fino a 120 loculi per un anno al massimo, non prorogabile. Il Comune si impegna ad estumulare la salma in caso di decesso del socio al quale il loculo è stato momentaneamente tolto, e tutte le spese saranno a carico dell’Ente. Una soluzione tampone, naturalmente, nelle more di costruire, a breve, 320 loculi, e di affidare l’appalto per altri 840. In questo modo sarà possibile programmare a medio e a lungo termine, e garantire una degna sepoltura a tutti, evitando così di procedere con le estumulazioni nel cimitero monumentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com