CONTATORI DELL’ACQUA NON LETTI E LE BOLLETTE LIEVITANO, BENNICI CHIEDE TAVOLO TECNICO

CONTATORI DELL’ACQUA NON LETTI E LE BOLLETTE LIEVITANO, BENNICI CHIEDE TAVOLO TECNICO

A Niscemi le bollette dell’acqua continuano ad essere salate a fronte di una lettura dei contatori praticamente inesistente. Questa è la denuncia di tanti cittadini che notano lo strano fenomeno. Secondo i niscemesi la mancata lettura dei contatori fa lievitare il calcolo del consumo medio giornaliero. La modalità di calcolo dunque risulterebbe essere errata in quanto non terrebbe conto del consumo medio delle famiglie. Sulla questione è intervenuto il presidente dell’assice civica niscemese Fabio Bennici in documento inviato al sindaco conti, a caltaqua e all’ex ato idrico in liquidazione. Bennici si è fatto portavoce di tanti cittadini ormai all’esasperazione che hanno già annunciato plateali manifestazioni. È per questo che il presidente del consiglio ha chiesto l’istituzione urgente di un tavolo tecnico per affrontare la questione. Ora l’ati, assemblea territoriale idrica, è stata ufficialmente istituita ed è presieduta proprio dal sindaco di Niscemi Massimiliano Conti che ha ancora una volta ribadito la linea dura nei confronti dell’ente gestore. Bollette sproporzionate, e continui  disservizi, rotture e riparazioni sono questioni  già note. Anche a Gela negli ultimi giorni si sono registrati gravi disservizi idrici  con cantina sociale, scavone e Macchitella lasciati a secco per giorni prima che caltaqua riuscisse  a risalire alla rottura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.