Dovrebbe essere chiusa al traffico per effetto di un’ordinanza sindacale, ma ad impedire l’accesso agli automobilisti c’è soltanto un cartello. L’asse dei servizi dell’ex aria ASI rischia di diventare un serio problema per il comune di Gela, che adesso ne è proprietario. A sollevare la questione è stato il senatore del m5s Pietro Lorefice che ha ufficialmente chiesto l’istituzione di un tavolo tecnico. Una strada pericolosa, su cui andrebbero eseguiti costosi interventi con fondi che difficilmente l’ente comunale potrà reperire. L’asse stradale è giornalmente frequentata da centinaia di automobilisti, e qualcuno la notte la scambia pure per una pista da corsa. È su quell’asfalto che ha perso la vita la giovane vittoria caruso, eppure è ancora liberamente accessibile. E infine c’è chi ha trasformato l’asse dei servizi in una discarica a cielo aperto. Incalcolabile il numero di rifiuti depositati abusivamente su km e km d’asfalto. Mobili, materassi, sacchetti di ogni tipo e anche vasche d’eternit. Insomma un vero e proprio carrozzone che rischia di diventare l’ennesima  cattedrale di calcestruzzo abbandonata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com