CIRCOLARE MINISTERIALE ATTRIBUISCE PIÙ POTERI AI SINDACI NELLA GESTIONE DEI LOCULI

CIRCOLARE MINISTERIALE ATTRIBUISCE PIÙ POTERI AI SINDACI NELLA GESTIONE DEI LOCULI

L’emergenza cimiteri non riguarda soltanto Gela. Molti comuni in Sicilia e nel resto del paese sono in affanno. Sulla base delle esperienze maturate in questi mesi il ministero della salute ha ritenuto opportuno aggiornare e sistematizzare le indicazioni e le cautele per la gestione dei defunti, anche in relazione all’emergenza spazi. Il punto d della nuova circolare ministeriale del 14 gennaio è dedicato al  potenziamento delle strutture di deposito temporaneo e della ricettività dei cimiteri, tema che in queste settimane ha tenuto banco in città e che alla luce delle nuove disposizioni potrebbe tornare alla ribalta. Va ricordato che al momento il tribunale amministrativo regionale, a cui si sono rivolte le confraternite, ha bloccato le 3 ordinanze di requisizione dei loculi a Farello firmate da Greco. La nuova  circolare alla luce delle indicazioni nazionali e regionali, in riferimento all’evoluzione epidemica locale, consente ai sindaci di adottare ordinanze che prevedano, in situazioni di carenza di sepolture tutto il  necessario per scongiurare la carenza spazi tra queste l’avvio di una serie di azioni tese a rendere disponibili in tempi ravvicinati loculi per feretri, ossari e tombe in genere, utilizzando a seconda dei casi procedure di decadenza o di revoca di concessioni cimiteriali esistenti. Una disposizione che a questo punto avrebbe giustificato le requisizioni firmate da greco negli scorsi mesi e che  potrebbe indurre il primo cittadino a firmarne una nuova. Il 14 gennaio inoltre è scaduta l’ordinanza del settore ambiente per il rinnovo delle concessioni al cimitero monumentale. è vero che gran parte dei nuovi loculi sono già stati realizzati e qualcuno anche occupato ma con la lenta costruzione di altri e le requisizioni bloccate dal tar a Farello per l’amministrazione estumulare i feretri al monumentale è stata l’unica soluzione percorribile. Adesso però si apre un  ventaglio più ampio di soluzioni che potrebbe indurre il sindaco a non toccare i loculi occupati al monumentale requisendo quelli liberi. Un’operazione che trova giustificazione anche alla luce della nuova circolare ministeriale che infatti autorizza l’avvio di attività di estumulazione straordinaria in loculi o tombe con sepoltura di feretri da più di 25 anni, finalizzata a liberare quanti più possibili posti per le nuove sepolture. A tal fine è consentita la collocazione di due contenitori di resti mortali in unico tumulo, per disporre spazi da destinare a sepolture di feretri derivanti dalla fase emergenziale. Le estumulazioni al cimitero monumentale avevano sollevato un polverone in città, con famiglie pronte a rivolgersi al tar, ma anche in questo caso la nuova circolare ministeriale autorizza a tutti gli effetti il settore ad intraprendere l’iniziativa, che dovrebbe partire nei prossimi giorni dal settore numero 4, dove non vige nessun pregio storico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *