LIBRO STORICO RUBATO A PALAZZO DI CITTÀ , LA RABBIA E L’APPELLO DI NUCCIO MULÈ

LIBRO STORICO RUBATO A PALAZZO DI CITTÀ , LA RABBIA E L’APPELLO DI NUCCIO MULÈ

SAREBBE STATO TRAFUGATO DA PALAZZO DI CITTA’ UN’ANTICO LIBRO, CHE QUATTRO ANNI FA LO STORICO GELESE NUCCIO MULE’ DONO’ AL COMUNE DI GELA. UN LIBRO CHE IN PASSATO MULE’ AVEVA RICEVUTO IN DONO DA UNA SIGNORA. SI TRATTA DI UNA PUBBLICAZIONE DEL SETTECENTO INTITOLATO “DELLE MEMORIE ISTORICHE DELL’ANTICA CITTÀ DI GELA NELLA SICILIA” SCRITTO DA CARLO PIZOLANTI, CARMELITANO LICATESE, E STAMPATO NEL 1753. ALLA DONAZIONE NON SEGUI’ NESSUNA OPERA DI RESTAURO, CHE AL COMUNE SAREBBE COSTATA SOLTANTO 1000 EURO, E IL LIBRO NON FU MAI TRASFERITO ALLA BIBLIOTECA. IL VOLUME PARE SIA STATO CONSERVATO IN QUESTI ANNI ALL’INTERNO DI UNA CASSAFORTE IN ATTESA DI RESTAURO, MAI AVVENUTO PER MANCANZA DI FONDI SECONDO LE RASSICURAZIONI FORNITE AL PROFESSORE MULE’. A DISTANZA DI 4 ANNI PERO’, DEL LIBRO NON C’E’ TRACCIA. INFATTI LO STORICO DOPO AVERNE RICHIESTO LA RESTITUZIONE, E’ RIMASTO A MANI VUOTE. NON SI TROVEREBBE DA NESSUNA PARTE , NEANCHE ALL’INTERNO DI QUALCHE CASSAFORTE.

UN RAMMARICO, QUELLO DEL PROFESSOR MULE’, DOVUTO ALLA MEMORIA STORICA DEL LIBRO PIU CHE AL VALORE PURAMENTE MATERIALE DELL’OGGETTO TRAFUGATO. IL LIBRO, ALLORA CONSEGNATO, HA UNA PECULIARITÀ CHE LO RENDE UNICO IN QUANTO IL POSSESSORE IN ANTICO DELLO STESSO, IN EPOCA IMPRECISATA, AVEVA AGGIUNTO A PENNA AI MARGINI DEL TESTO DELLE NOTE CHE CONTESTAVANO L’IPOTESI DELL’AUTORE PIZOLANTI IN MERITO ALL’UBICAZIONE DELLA GELA GRECA NEL SITO DI LICATA. MULE SI AUGURA CHE CHIUNQUE POSSIEDA ATTUALMENTE IL LIBRO, POSSA RESTITUIRLO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.