VILI AGGRESSIONI A DIPENDENTI COMUNALI PREPOSTI AL CONTROLLO DEGLI INGRESSI IN MUNICIPIO

VILI AGGRESSIONI A DIPENDENTI COMUNALI PREPOSTI AL CONTROLLO DEGLI INGRESSI IN MUNICIPIO

LA VIOLENZA, DI OGNI GENERE, CONTINUA A TENERE BANCO IN CITTA’. COME SE NON BASTASSE LA DUPLICE AGGRESSIONE NEI CONFRONTI DI UN DIPENDENTE DELLA GHELAS NEGLI SCORSI GIORNI, COLPEVOLE DI AVER ELEVATO DELLE SANZIONI , IN MENO DI 24 ORE DUE AGGRESSIONI HANNO INTERESSATO ALTRETTANTI DIPENDENTI COMUNALI. LA PRIMA NEL TARDO POMERIGGIO DI IERI, QUANDO ESSENDO GIOVEDI IL PORTONE PRINCIPALE A PALAZZO DI CITTA’ ERA ANCORA APERTO PER CONSENTIRE L’INGRESSO NEI VARI UFFICI. UN DINIEGO DA PARTE DI CHI IN QUEL MOMENTO SI STAVA OCCUPANDO DI CONTIGEDNTARE GLI INGRESSI HA FATTO SCATTARE L’IRA PARE DI DUE CONIUGI, CHE AVREBBERO SCAGLIATO UN ESTINTORE CONTRO MARIO, UNO DEI DIPENDENTI COMUNALI PIU CONOSCIUTO E BEN VOLUTO PER VIA DEL CARATTERE PACATO E PAFICICO. PER L’UOMO, COPERTO DI SANGUE, SI E’ RESO NECESSARIO IL TRASFERIMENTO IN OSPEDALE. DA MESI GLI USCIERI DEL COMUNE SI TROVANO A FRONTEGGIARE QUOTIDIANE SITUAZIONI DIFFICILI. FUORI DA PALAZZO DI CITTA’ SI CREANO GIORNALMENTE LUNGHE CODE E SONO LORO A DOVER CONTENERE LA RABBIA E L’IRA DEI CITTADINI IN ATTESA. QUESTA MATTINA IL COPIONE SI E’ RIPETUTO. UN PUGNO DRITTO IN FACCIA AL CUSTODE DEL COMUNE, CHE AVEVA IMPEDITO L’ACCESSO DI UN UOMO ALL’UFFICIO ANAGRAFE. SCENE DI ORDINARIA VIOLENZA, CHE NON POSSANO INOSSERVATE.


BISOGNA AFFERMARE SEMPRE LA CULTURA DI UNA EQUILIBRATA E PACIFICA CONVIVENZA, CONDANNANDO OGNI FORMA DI VIOLENZA – HANNO COMMENTATO I CONSIGLIERI DI FORZA ITALIA LUIGI DI DIO E CARLO ROMANO E DI DI LIBERA_MENTE VINCENZO CASCIANA, PIERPAOLO GRISANTI E DIEGO IAGLIETTI NELL’ESPRIMERE AMAREZZA PER LE AGGRESSIONE.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *