COMITATO STRAORDINARIO ORDINE E SICUREZZA, AL VAGLIO CHIUSURA LOCALI ENTRO LE ORE 1:30

COMITATO STRAORDINARIO ORDINE E SICUREZZA, AL VAGLIO CHIUSURA LOCALI ENTRO LE ORE 1:30

ARRIVA UNA STRETTA SUGLI ORARI D’APERTURA DEI LOCALI GELESI:L’APERTURA DEGLI ESERCIZI PUBBLICI DOVRÀ ESSERE CONSENTITA FINO ALLE 0,30 DALLA DOMENICA AL GIOVEDÌ E FINO ALLE ORE 1,30 NEI GIORNI DI VENERDÌ E DI SABATO.

IL GRAVE EPISODIO DI VIOLENZA DI MERCOLEDI’ NOTTE AL GBOIL CULMINATO CON UN TENTATO OMICIDIO, IERI STESSO HA INDOTTO IL PREFETTO COSIMA DI STANI A CONVOCARE IL COMITATO PROVINCIALE PER L’ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA. A PALAZZO DI CITTA’ C’ERA ANCHE IL PROCURATORE, IL QUESTORE, I COMANDANTI PROVINCIALI DEI CARABINIERI E DELLA GUARDIA DI FINANZA, I COMANDANTI DELLA POLIZIA STRADALE E DELLA CAPITANERIA DI PORTO. QUANTO ACCADUTO AL GBOIL E’ SOLTANTO L’ULTIMO DI UNA LUNGA SERIE DI AVVENIMENTI CHE NELLE ULTIME SETTIMANE HANNO INTERESSATO GELA. A PREOCCUPARE SAREBBE LA VELOCE ESCALATION CONSIDERANDO I DUE ANALOGHI EPISODI ACCADUTI L’UNO IN DATA 29 AGOSTO E L’ALTRO IN DATA 2 SETTEMBRE, OLTRE CHE GLI ATTI VANDALICI AI DANNI DI UNA SCUOLA, I VARI INCENDI O DANNEGGIAMENTI SEGUITI DA INCENDI. PER IL PROCURATORE FERNANDO ASARO IN CITTA’ ALEGGEREBBE UN CLIMA DI DIFFUSA INSOFFERENZA NEL RISPETTO DELLE REGOLE E DELLE ISTITUZIONI IN UN CONTESTO GIA’ DIFFICILE IN CUI OPERANO CLAN RICONDUCIBILI ALLA MAFIA, ALLA C.D. “STIDDA” E AD UNA C.D TERZA MAFIA. PER ASARO E’ FORTEMENTE CRESCIUTO IL TREND DI EPISODI DI CRIMINALITÀ COMUNE OLTRE CHE LEGATI ALLA “MALA MOVIDA”, COME L’HA DEFINITA. TUTTI CONCORDI SULL’INTENSIFICAZIONE DEI CONTROLLI TENENDO CONTO ANCHE DEI FOCOLAI COVID CHE RICHIEDONO IL RIGOROSO RISPETTO DI TUTTE LE REGOLE.

NEL CORSO DELL’INCONTRO INOLTRE È STATA EFFETTUATA UNA MAPPATURA DELLE AREE DEL COMUNE DI GELA, MAGGIORMENTE FREQUENTATE CON L’OBBIETTIVO DI CALIBRARE I SERVIZI DI VIGILANZA E DI CONTROLLO DEL TERRITORIO. GIA’ DA IERI IERI CON L’AUSILIO DI PERSONALE DELL’ESERCITO ITALIANO SONO STATI EFFETTUATI RIPETUTI CONTROLLI A PERSONE E AD ESERCIZI PUBBLICI. AMMINISTRATORI, RAPPRESENTANTI DELLO STATO E DELLE FORZE DELL’ORDINE PUNTANO ALA “VIGILANZA SOCIALE” ATTRAVERSO LA PIENA COLLABORAZIONE DELLA CITTADINANZA, A PARTIRE DAL RISPETTO DELLE MISURE ANTI COVID. NELLE PROSSIME SETTIMANE INFATTI SARANNO INTENSIFICATI SERVIZI DI VIGILANZA E DI CONTROLLO SU CITTADINI E ATTIVITA’ COMMERCIALE.

DAL PROSSIMO 19 OTTOBRE SARANNO OPERATIVE A GELA DUE SQUADRE DELLA  COMPAGNIA DI INTERVENTO OPERATIVO (C.I.O.) DELL’ARMA DEI CARABINIERI LA CUI PRESENZA, IN PROVINCIA, ERA STATA, GIÀ PROGRAMMATA PER RENDERE ANCORA PIÙ STRINGENTI E VISIBILI LE ATTIVITÀ DI VIGILANZA E DI CONTROLLO. GIA’ IERI SERA E’ STATA RINFORZATA LA PRESENZA DI PATTUGLIE DELLA POLIZIA DI STATO, DEI CARABINIERI E DELLA GUARDIA DI FINANZA. LA POLIZIA STRADALE EFFETTUERÀ INVECE APPOSITI SERVIZI DI CONTROLLO LUNGO LE STATALI DI COLLEGAMENTO CON I LIMITROFI TERRITORI DELLE PROVINCE DI AGRIGENTO E DI RAGUSA.

“E’ STATO CONFORTANTE VEDERE UNA PATTUGLIA FISSA QUI, DOVE E’ SUCCESSO DI TUTTO LA SCORSA NOTTE – HA COMMENTATO GANDOLFO BARRANCO, PROPRIETARIO DEL GBOIL.

IL SINDACO, NEL RINGRAZIARE LA VICINANZA DIMOSTRATA DAL PREFETTO DI STANI – HA CONDANNATO IL GESTO DEFINENDOLO UN ATTO VIOLENTO E SPREGIUDICATO. PRE GRECO L’ORDINANZA DI CHIUSURA ANTICIPATA DELLE ATTIVITA’ COMMERCIALI E L’INTENSIFICAZIONE DEI CONTROLLI PERMETTERA’ DI FAR RIENTRARE L’ALLARME SICUREZZA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *